March 18, 2017 Switch to English Version

Spuntature: l’acqua, il poker, il nuovo che avanza

Home / MotoGP / Spuntature: l’acqua, il poker, il nuovo che avanza

Difficile commentare con obiettività questi tre giorni di test Malesi, prima uscita della stagione MotoGP 2017. Mentre un meteo inclemente e numerosi problemi all’asfalto poco drenante del Circuito di Sepang hanno creato condizioni già meno che ottimali alle squadre, l’impressione generale è più quella di una mano di poker che un effettivo banco di prova.

Test Sepang 2017

In molti, probabilmente, non hanno voluto scoprire le carte, complice anche il regolamento nuovo che -dopo avere vietato le alette- ha anche imposto un numero limitato di carene utilizzabili da ogni team, costringendo ingegneri e piloti a giocare con attenzione le proprie mosse sullo scacchiere aerodinamico.

Test Sepang: Vinales il pilota più veloce

Il più veloce di tutti ai testi di Sepang è stato Vinales, decisamente a proprio agio su una M1 che pare essergli cucita addosso. Più ancora del giro veloce in 1’59”368 -circa tre decimi più lento del miglior giro sul tracciato malese, che appartiene a Pedrosa con 1’59”053- a sorprendere è il passo mostrato dal giovane spagnolo, capace di stare per diverse tornate consecutive sotto i due minuti a giro.

Rossi a Sepang

Non è ben chiaro che tipo di lavoro abbia svolto Yamaha con Vinales, anche se probabilmente la casa del triplice Diapason ha lasciato a Valentino Rossi il compito di sviluppare e testare nuove soluzioni, chiedendo al nuovo acquisto Vinales unicamente di mettersi a proprio agio il più possibile sulla nuova moto.

Test Sepang Vinales

Vinales Test Sepang

Bene anche Iannone, secondo nei crono complessivi e apparentemente più che soddisfatto dalla maneggevolezza e agilità di una Suzuki che sta alla vecchia Ducati come il diavolo sta all’acqua santa. Difficile credere che l’uomo di Vasto non possa essere un pretendente serio al podio in più di un’occasione, quest’anno, specie se riuscirà a domare le ire più focose ed evitare le tante cadute ed errori dell’anno passato.

Calendario MotoGP 2017

Terzo assoluto Marc Marquez, in sella ad una Rc213V che gli ha dato da pensare più di quanto l’uomo di Cerbera avesse sperato dopo l’avvio dell’anno scorso. La nuova nata della casa con l’ala ha mostrato più di una noia all’elettronica, con entrambi i piloti a lamentarsi del fatto che la moto non sapesse dove fosse sul tracciato. Al Campione del mondo in carica sono rimasti solo una decina di giri in tutti e tre i giorni per tentare un time attack con raziocinio e quindi probabilmente poco indicativo dei valori in campo.

Altrettanto di difficile lettura è l’operato di Jorge Lorenzo, giunto in Malesia molto soddisfatto dai test post Valencia dell’anno scorso e immediatamente ridotto a più miti consigli da una Ducati apparsa meno collaborativa e addomesticabile del previsto. È opinione personale che ad essere mendaci fossero i giorni di Valencia, più che quelli di Sepang, e che al marocchino serva più di un’uscita per adattarsi ad una cavalcatura molto meno docile della vecchia Yamaha.

Di buono, per la casa di Borgo Panigale, c’è da segnalare l’eccellente miglioramento che lo stesso Lorenzo ha mostrato nei tre giorni di test, e che non fa altro che confermare, come se ce ne fosse bisogno, il grande talento del pilota numero novantanove. Non è ancora possibile dire se Lorenzo sarà da podio o addirittura da titolo. Come commentato su queste pagine alla fine dell’anno scorso lo scenario più verosimile per Borgo Panigale è quello di un inizio in salita, fino a quando entrambe le parti (moto e pilota) non avranno raggiunto un equo compromesso. Da allora in avanti, è difficile pensare che Jorge non sarà lì davanti a giocarsela in quasi tutte le occasioni.

Oltre a Lorenzo, a suscitare curiosità nel garage Ducati è anche il nuovo codone portato da Gigi dall’Igna e dai ragazzi di Bologna. Non è ben chiaro cosa stia nel piccolo bauletto (immediatamente ribattezzato “salad box” dai colleghi anglosassoni) che sta sotto la coda della Desmo e ovviamente nessun commento ufficiale arriva dagli addetti comunicazione della Rossa. Alcune teorie vorrebbero che nella nuova scatola Ducati trovi posto una complessa centralina utile a ricreare elettronicamente quel carico aerodinamico meccanico che la moto ha perso con l’addio delle alette. È tuttavia difficile comprendere come mai gli ingegneri avrebbero posizionato proprio in quel punto un oggetto tanto ingombrate e tanto pesante.

Dovizioso_ducati

Test Sepang Dovizioso

Un punto di vista eccellente arriva in tal senso, dal sempre ottimo Mat Oxley di MotorSportMagazine, una delle penne più illustri del Motomondiale da diversi lustri. Secondo Oxley quello nel codone della Rossa potrebbe essere un dispositivo cosiddetto di Chatter Damper, ovvero un annullatore di Chatter, il fenomeno che fa rimbalzare la gomma sull’asfalto ad alte frequenze e che spesso si verifica in staccata ed ingresso/uscita di curva. Posizionato in quella zona, il dispositivo dovrebbe avere maggiore efficacia, come appreso -per puro caso in realtà- dagli ingegneri Yamaha già alla fine degli anni ’80 sulla moto di Wayne Rainey (che montavano un datalogger per l’acquisizione dei data sulla coda della moto nei giorni di prove e poi lo rimuovevano per la gara la domenica, con pesante calo della performance).

A livello di soluzioni tecniche, interessante anche la doppia carena Yamaha, che nella “pancia” presenta un’apertura fra una carena e l’altra in cui trovano posto altre “ali”, che non trovandosi all’esterno della moto sono consentite da regolamento.

Insomma, fra meteo, novità tecniche e programmi di lavoro blindati è difficile dire esattamente il valore delle forze in campo, anche se Vinales e Marquez sembrano al momento averne qualcosa in più degli altri, in termini assoluti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Emanuele Venturoli
Communication Manager per RTR Sports. Appassionato di motorsport, musica e tech.

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.