L’equivoco del Pass Paddock MotoGP. Perché non si può comprare e cosa c’è dietro le quinte.

Home / Hospitality Eventi Sportivi / L’equivoco del Pass Paddock MotoGP. Perché non si può comprare e cosa c’è dietro le quinte.

Dove acquistare un Pass Paddock MotoGP?

Un equivoco piuttosto ricorrente, specie per chi non lavora nell’ambito del MotoGP, è quello del Pass Paddock MotoGP. Come entrare nei Paddock MotoGP, come avere i Pass per la MotoGP, dove acquistare un Pass MotoGP, a chi chiederlo e come fare ad ottenerlo sono alcuni dei tanti quesiti che ci vengono posti dai tifosi e dagli appassionati di Motomondiale desiderosi di vedere i loro Campioni da vicino ( per saperne di più MotoGP Vip Village cos’è)

Ci pare giusto, alla vigilia della partenza di questa stagione MotoGP 2017, fare chiarezza sull’uso e sulle finalità del Vip Pass, uno strumento che è pensato per gli addetti ai lavori e non per i fan, e che in quanto tale ha limitazioni, regole e prerogative e che permette di accedere al MotoGP Vip Village ( scopri i nostri pacchetti di MotoGP Hospitality)

Che cosa è un MotoGP Pass Paddock

Partiamo con il dire che il pass paddock è uno dei tanti tipi di pass che sono prodotti dall’Organizzatore del Motomondiale (la Dorna) per consentire agli operatori, ai tecnici, ai media e via discorrendo di accedere ad aree a ingresso limitato. Esistono pass stampa, pass grid, pass road service e via discorrendo. Il Pass Paddock -che fisicamente consta di una targhetta di plastica rigida di circa 5,5 per 7,5 cm legata ad un cordino di tela- consente l’accesso appunto all’area del paddock, solitamente retrostante la zona dei box e delimitata da gate d’accesso tramite i quali entrare e uscire. Come per gli altri tipi di pass, anche il pass paddock può essere permanente (ovvero valere per tutta la durata della stagione) o valido unicamente per un singolo Gran Premio.

pass_paddock_motogp-mugello

Due pass paddock della stagione MotoGP 2017. A sinistra, quello permanente, a destra il pass Paddock per il Gran Premio del Mugello. Ecco come entrare nel paddock motogp

A cosa serve il Pass Paddock

Questa domanda rappresenta il primo grande nodo cruciale dell’equivoco sopra riportato. Il Pass Paddock è uno strumento di lavoro che, ad eccezione del pass permanente, solitamente viene utilizzato a favore degli sponsor delle squadre. Certo, con esso è possibile muoversi nella zona dei camion che affacciano sui box, delle hospitality e dei service truck ed è possibile effettivamente incontrare (sarebbe meglio dire “incrociare”) qualche pilota che a bordo dello scooter si trasferisce dal motorhome al garage. Tuttavia, chi si aspetta di potere entrare in tutte le MotoGP hospitality a sorseggiare un caffè o di vedere la gara da una posizione privilegiata, rimarrà irrimediabilmente deluso: dal paddock motogp la gara non si vede affatto (se non si è dotati di un apposito sticker per la tribuna Viewing Area) e non è possibile entrare nelle strutture dei team se sprovvisti del necessario “tag” di riconoscimento apposto sul cordino del pass.

Pass_paddock_MotoGP

Due “tag” per l’ingresso nelle hospitality dei Team. Nello specifico, quelle del Team Honda HRC e del Team LCR Honda.

Dove (non) comprare il Pass Paddock e quanto costa

Il secondo nodo da sciogliere è quello dell’acquisto del pass. Mettiamo immediatamente un punto fermo e diciamo che i pass paddock non sono in vendita e neppure hanno un costo, in quanto sono intesi come strumento di lavoro che viene consegnato gratuitamente a chi ne abbisogna: team, giornalisti, operatori, agenzie, tecnici e via discorrendo.

Su internet più di un sedicente venditore millanta di vendere i pass per i Gran Premi come il  Vip Pass Misano MotoGP, o il Vip Pass Mugello MotoGP a cifre altissime, così come fuori dai cancelli degli autodromi i mai domi bagarini comprano e vendono pass paddock per fior di quattrini. Il nostro suggerimento, ovviamente, è quello di tenersi alla larga da questo genere di operazioni.

motogp-vip-village

Uso del Pass Paddock

Uno dei rischi è quello di acquistare (per le già menzionate via traverse) pass che siano già stati “smarcati”, ovverosia che non passerebbero il controllo dei gate. Chiunque sia detentore di un pass di qualsiasi tipo è infatti obbligato ad obliterare in entrata ed in uscita dal paddock motogp il proprio titolo attraverso appositi scanner operati dal personale di pista. In questo modo, il sistema centrale che gestisce gli accessi, sa bene quali pass (e quindi quali individui) sono dentro o fuori dal paddock. Chi per caso volesse cercare di rientrare con un pass che è considerato ancora “in” verrebbe fermato immediatamente dai servizi di sicurezza, e il pass verrebbe annullato per tutta la durata del Gran Premio.

Come entrare nel paddock?

A questo punto, ci si domanderà, come fare per vivere almeno una volta dall’interno le emozioni e il fascino di un Gran Premio? Proprio per queste necessità, l’Organizzazione e le agenzie come RTR Sports organizzano pacchetti di Hospitality MotoGP, fra cui il MotoGP VIP Village, che consentono l’accesso al paddock tramite pass ( ABcs of MotoGP Hospitality per saperne di più). Chi sceglie questi programmi non solo può toccare con mano il fascino del dietro le quinte, ma può anche godere di tutti i servizi accessori che sono indispensabili per vivere al meglio un weekend di gara, come posti esclusivi in tribune riservate, una ottima selezione di food and wine e servizi della massima qualità

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Emanuele Venturoli
Communication Manager per RTR Sports. Appassionato di motorsport, musica e tech.

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.