In Calcio, Marketing Sportivo, Sponsorizzazioni Sportive

Un anno memorabile per il popolo juventino, per diverse ragioni. 8 Settembre 2011: la Juventus inaugura la propria casa, segnando nella nostra Italia piena di contraddizioni, una strada battuta da tempo nell’esemplare modello inglese. I bianconeri venivano da una stagione deludente in cui si era mancata perfino la qualificazione alle coppe e forte è il valore simbolico del nuovo impianto:  rinascita o meglio, ritorno. Alla vittoria, al prestigio, al successo della Vecchia Signora. 13 Maggio 2012: la Juventus è Campione d’Italia a distanza di quasi sei anni dall’ultimo titolo (poi assegnato all’Inter dalla giustizia sportiva) dopo una cavalcata che non l’ha mai vista uscire sconfitta da una partita di campionato e di conseguenza imbattuta anche tra le mura di casa. Un vero fortino insomma, che sulle ali dell’entusiasmo rileva praticamente il tutto esaurito  ad ogni incontro creando quell’atmosfera da vero e proprio dodicesimo uomo in campo. Ma non solo.

Perché uno stadio pieno ogni domenica è il dodicesimo uomo anche nella stanza dei bottoni e ve lo dimostriamo cifre alla mano. Come da prassi, si è recentemente riunito il Consiglio di Amministrazione presieduto da Andrea Agnelli, in cui si è discusso sul bilancio da sottoporre poi all’Assemblea degli Azionisti per l’approvazione definitiva e già in questa fase troviamo alcuni dati finanziari molto interessanti sul trend della società. Partiamo da quelli più rilevanti, gentilmente forniti dal portale Sport Business Management:

  • Perdita netta di 48,7 milioni, un dato più che positivo considerato che è la metà di quello del bilancio precedente, pari a 95,5 milioni.
  • Un fatturato in aumento di 24 punti percentuali, per un totale di 213,8 milioni a fronte dei 172 dell’esercizio scorso.
  • Patrimonio netto che si aggira sui 65 milioni, che confrontati ai 5 del documento dell’anno scorso  lasciano di stucco.

Tutto ciò in un’annata in cui come detto non si poteva fare affidamento sulle entrate per la partecipazione ai tornei Uefa ed inoltre gli investimenti per rifondare il settore giovanile e per il completamento dell’impianto stesso hanno influito in maniera decisiva. Il criterio alla base della politica bianconera è molto semplice: ad un minor costo deve corrispondere un’ottimizzazione della crescita. Ecco perché dalle ceneri del Delle Alpi è nata una struttura che ha come obiettivo l’impatto zero e l’autoalimentazione, sfruttando l’energia naturale per la gestione delle molteplici attività che avvengono al suo interno. Certo perché non avrete creduto ci si giocasse solamente vero? La società, sulla base di un progetto di marketing elaborato e al passo coi tempi ha compreso nella struttura un Museo dedicato ed un Centro Commerciale ad elevata pedonabilità che  rende la visita allo stadio non più un semplice appuntamento ma una vera e propria esperienza che ha obiettivi commerciali per quella che è prima di tutto un’azienda. Che necessita di ricavi, la cui fonte più corposa è attualmente rappresentata da diritti Tv (91 milioni circa), maggiori ricavi da partite (+20,3 milioni) e sponsorizzazioni & pubblicità, 53 milioni, destinati a crescere esponenzialmente, soprattutto se la squadra dovesse continuare a ottenere risultati sul campo. Dello Juventus Stadium, che a breve potrebbe cambiare nome come già avvenuto per top club come Arsenal o Manchester City. Il nome dello stadio sarà infatti legato ad uno sponsor:  La società Sportfive si è aggiudicata, per 75 milioni di euro e per i 12 anni successivi all’inaugurazione dello stadio (ovvero fino al 30 giugno 2023), il diritto esclusivo di trovare gli sponsor che legheranno il loro nome all’impianto.

Poco romantico certo, ma ricalcando la celebre frase della spia più famosa al mondo, il suo nome è marketing, sport marketing.

 

By Alberto Malaguti - RTR Sports Marketing
Nella foto: Juventus Stadium
Picture from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt