In Formula 1, Marketing Sportivo

La Formula 1 arriva in Bahrain carica di numerose incertezze. Parlare di turning point a tre gare dall’inizio è forse troppo ma questo non mai è un Gran Premio da sottovalutare nè da prendere, psicologicamente s’intende, alla leggera. Sarà il caldo torrido e violentissimo, sarà la sabbia sarà che un GP a sè, lontano da tutto e da tutti e per anni bersagliato da forti polemiche e tumulti. Lo facciamo, non lo facciamo, ma sì che lo facciamo.

La Ferrari qui ci arriva dopo il dominio totale espresso da Alonso in Cina. Lo spagnolo sa che è possibile ripetere la buona prova di Shanghai a patto che, qui come là, si faccia tutto alla perfezione, tenendo fermi i punti di forza e cercando di lavorare sulle tante piccole cose da sistemare. La F138 infatti ha un buon passo gara ed è educata con le gomme ma deve migliorare sul giro secco, quello del sabato, se non si vuole che lo spagnolo sia costretto al miracolo sulla griglia tutte le sante domeniche.

Chi invece ha serie gatte da pelare è Christian Horner. In casa Red Bull Racing tira una bruttissima aria da quando in Malesia il 3 volte campione del mondo Vettel ha deciso di ignorare gli ordini di scuderia e superare Webber per andare a vincere. Da allora non solo i due non si parlano più, ma permangono in un clima di ostilità costellato da mille piccoli episodi immediatamente battezzati dalla stampa come prese di posizione di uno o dell’altro.

Prendiamo ieri l’altro sera per esempio, quando sul Twitter di Fernando Alonso è apparsa una foto in cui il ferrarista e Mark Webber stavano seduti a cena in un bel ristorante di Abu Dhabi come farebbe una rodata coppia di amici. “Non ho nulla da dire – ha spiegato l’australiano – io e Nando siamo amici da 13 anni e ogni tanto usciamo a cena. Abbiamo parlato di biciclette e il conto l’ha pagato lui” . Immediato il commento di Vettel al vetriolo: “Non ho visto la foto, mi hanno solo detto che sono stati a mangiare insieme. Bah. Mi pare una cosa un po’ noiosa”. [pullquote] Non ho nulla da dire. Siamo andati a cena, abbiamo parlato di bicicletta e Fernando ha pagato il conto – Webber [/pullquote]

Nel frattempo, in barba al 3 volte Campione del Mondo, Red Bull Racing pubblica un video per festeggiare i 200Gp dell’australiano in cui Vettel non compare nemmeno in un fotogramma. Strano.

L’unico a ridere seriamente e senza troppi pensieri, al momento, è Lewis Hamilton. Accusato di avere fatto una pazzia a lasciare la McLaren per la meno competitiva Mercedes, Hamilton è giunto al podio in due occasioni su tre e ha firmato anche una pole. “Siamo molto più veloci di quello che mi aspettassi all’inizio dell’anno. Stiamo lavorando molto bene e la squadra è straordinaria. Siamo molto più avanti del previsto“.

E infine, come una spada di Damocle su tutto il GP, c’è il problema gomme. Pirelli ha portato medie e dure ma nessuno è davvero sicuro di quello che succederà con queste mescole nuove e il gran caldo del Golfo. Sicuramente, come già detto, le nuove coperture garantiscono spettacolo, sorpassi e colpi di scena, ma rendono la gestione un autentico rebus per piloti e addetti ai lavori.

Vedremo. Come detto, potrebbe essere già un primo, sommario verdetto quello che esce dalle sabbie del Bahrain.

By Emanuele Venturoli - RTR Sports Marketing
Nelle foto: la cena fra Webber e Alonso e un'espressione pensierosa di Seb Vettel
Pictures from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.