In Marketing Sportivo, Sponsorizzazioni Sportive

Come si arriva dall’idea di sponsorizzare alla firma di un contratto di sponsorship. Ecco alcuni utili passi da tenere in mente quando si vuole passare dall’idea alla pratica.

Stai valutando il marketing sportivo per la tua azienda ma non sai quanto è lungo il processo per arrivare al contratto di sponsorizzazione? O vuoi preparare il tuo ufficio marketing ai vari passi che dovranno compiere prima di arrivare alla firma della sponsorizzazione? In ogni caso qui sotto proponiamo i 14 passi che conducono dall’idea alla realizzazione del tuo progetto di marketing sportivo.

1 – Idea

Il primo passo di un progetto di marketing sportivo nasce dal desiderio e dall’idea di utilizzare lo sport come strumento di comunicazione per raggiungere I propri obiettivi aziendali. Questa idea può nascere dalla passione, o dalla corretta convinzione che le emozioni e lo spettacolo dello sport possano fare bene al tuo business.

2 – Primo Contatto

Se in azienda non è presente un dipartimento che coordina le sponsorizzazioni, ti consigliamo sempre di affidarti ad un’agenzia di marketing sportivo: sono consulenti che possono darti spunti e prospettive non considerate in precedenza, e che sopratutto conoscono bene i protagonisti e le dinamiche dello sports marketing.

3 – Definizione obiettivi commerciali e budget

Questa fase è certamente la più importante di tutto il percorso. È necessario avere ben chiari gli obiettivi commerciali (es. innalzamento delle vendite, conquista di nuovi mercati) e gli obiettivi di marketing (es. aumento della brand awareness, posizionamento di marca) e condividerli in maniera chiara con l’agenzia di sponsorizzazioni. Altresì è bene essere allineati su quelli che sono i vostri mercati di riferimento, su chi è il vostro target e sopratutto sul budget che avete a disposizione per questa operazione. Non dimenticate: il budget per diventare sponsor non comprende il budget che vi sarà necessario per le attivazioni.

4 – Ideazione di un progetto di massima

Dopo avere raccolto il brief e ascoltato le vostre indicazioni, in pochi giorni l’agenzia vi offrirà alcune strade da potere percorrere, in linea di massima. Non sono veri e propri progetti, ma linee guida e indicazioni che riguardano principalmente i seguenti ambiti: se scegliere un atleta o una squadra, quale sport o quale atleta provare a scegliere e perchè, che benefit ricercare nella sponsorizzazione. Questo primo progetto, per quanto realizzato con velocità deve prevedere tempi, costi e possibilità di attivazione.

5 – Confronto con il cliente e approvazione a proseguire

Queste prime idee vengono presentate all’azienda per verificare che vi sia una affinità e che i percorsi selezionati piacciano e siano coerenti. Se non lo fossero, l’agenzia si premurerà di costruire ipotesi diverse.

6 – Verifica preliminare con le property e stesura di proposta di sponsorizzazione

Una volta avuto l’ok dell’azienda ad approfondire, la agenzia si confronta con la property (sia essa il giocatore o la squadra) per le necessarie verifiche di disponibilità, interesse, condizioni, eccetera e confeziona, insieme alla property una proposta da presentare all’azienda.

7 – Debrief e presentazione

L’agenzia propone all’azienda la proposta di sponsorizzazione. Solitamente questa è corredata da un documento in PDF riportante i dettagli della possibile partnership. Questo non è un contratto di sponsorizzazione o un documento legalmente valido, ma è comunque un importante strumento che cristallizza l’opportunità e al cui termine viene solitamente indicato un tempo di validità dell’offerta, trascorso il quale la proposta si riterrà non più valida.

8 – Modifiche e approvazione

L’azienda valuta la proposta ed eventualmente, richiede alcune modifiche o pone domande relative ai contenuti. Se tutto è chiaro e convincente, l’azienda comunica all’agenzia di potere proseguire.

9 – Conferma alla property

È compito dell’agenzia fare da tramite fra i due interlocutori anche in questa fase. Dopo avere ricevuto l’ok dal cliente, l’agenzia comunica la decisione alla property, in modo che possa organizzare i prossimi step.

10 – Scambio di dati legali, manuali di comunicazione, materiali di comunicazione

Dopo il primo “giro” di conferme, la squadra (o l’atleta) e l’azienda si scambiano i materiali utili alla stesura del contratto e alle prime necessità burocratiche e di comunicazione: nome e contatto degli uffici relativi, dati societari completi, logo in formato vettoriale, manuale di comunicazione coordinata.

11 – Prima stesura contratto

La squadra procede alla stesura del contratto sulla base di quanto scritto nella proposta. In molti casi, e per partnership “standard” si parte da un modello, mentre scritture più elaborate possono essere necessarie quando le richieste sono più particolari.

12 – Analisi legale / finanziaria

Il contratto viene a questo punto sottoposto, sempre tramite l’agenzia, all’azienda che si deve premurare di farlo controllare e visionare da un legale di fiducia e dai propri uffici amministrativi, affinché tutto sia perfetto.

13 – Modifiche eventuali alla redazione del contratto

Qualora, ovviamente, qualcosa non fosse chiaro, l’azienda può richiedere modifiche al documento ed attendere una nuova stesura.

14 – Incontro / meeting e stretta di mano

Anche se può sembrare demodè, è sempre elegante firmare il contratto durante un meeting in cui -se non lo si è ancora fatto- tutte le parti si ritrovano finalmente attorno allo stesso tavolo. La firma del contratto è un momento più simbolico che fattuale e viene tradizionalmente sigillato da una stretta di mano fra i due proprietari (o CEO) della squadra e dell’azienda neo sponsor.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

jorge-lorenzomotogp-sponsorizzazione