In Sponsorizzazioni Sportive

Le sponsorizzazioni sportive trovano in Africa enormi possibilità di applicazione: dal sostegno agli sport emergenti, ai progetti collegati alle accademie giovanili, dalle squadre locali ai campionati nazionali la sponsorizzazione sportiva può svolgere in Africa un ruolo molto importante, diventando facilitatrice di attività che partendo dal grass roots arrivano alle squadre professionistiche.

Ruolo questo che aziende operanti in campi molto lontani, dai giganti del petrolio fino alle società europee di bevande energetiche, hanno capito e si sono impegnate a ricoprire.

Total x Coppa d’Africa

Dal 2017 Total, il gigante petrolifero francese, è lo sponsor principale della Coppa d’Africa. Insieme ad una compagine di grandi nomi come Samsung, Canon, Nissan, Adidas, PepsiCo, Puma e Standard Bank, Total sostiene la più prestigiosa competizione africana di calcio.

La Total Africa Cup of Nations –è questo il nome con cui fino al 2024, sarà conosciuto il torneo- ha già previsto un eventuale rinnovo col partner transalpino per estendere la partnership anche negli anni a venire.

Jungle Energy Drink  x Ashanti Gold SC

Jungle Energy Drink, bevanda energetica tedesca, ha recentemente annunciato la partnership con l’Ashanti Gold SC, una delle squadre più importanti del Ghana. Herbert Yeboah, amministratore delegato di Yabert, la società importatrice di Jungle, ha dichiarato che questo è solo il primo passo di un impegno più esteso legato al calcio in Ghana. Con quest’operazione Jungle si affianca a Pokoo e Betway nel sostenere, insieme a numerose altre compagnie africane, uno dei team più amati del paese.

Airtel x FUFA

Airtel è una multinazionale Indiana operante nel settore delle telecomunicazioni, la sua presenza in Africa è enorme e si è sempre distinta per I grandi investimenti a favore dello sport giovanile.

Tutto il continente Africano è stato toccato dalle innumerevoli operazioni di sponsorizzazione di Airtel, tra le tante va ricordata L’Airtel Rising Stars. Si tratta della più grande attività di grassroots in svolgimento nel continente Africano: Tanzania, Ghana e Nigeria sono le nazioni in cui questo programma coinvolge atleti under 17 con lo scopo di scovare I prossimi grandi talenti del calcio internazionale.

Alla parte competitiva si aggiunge una academy in cui i giovani possono socializzare e trovare l’ambiente giusto ed il supporto necessario per migliorare le proprie capacità.

Airtel è anche coinvolta nel più grande accordo di sponsorizzazione sportiva nella storia dell’Uganda con la sua partnership con la FUFA (organismo di governo del calcio Ugandese). Annunciato nel 2017, l’accordo ha un valore di 2,75 milioni di dollari e conferma se necessario il ruolo assolutamente rilevante che Airtel gioca nelle sponsorizzazioni sportive africane.

La Volkswagen Motorsport Academy

Quando si tratta di sponsorizzazioni sportive in Africa, il motorsport potrebbe non essere il primo sport che viene in mente – altre discipline potrebbero sembrare scelte più ovvie – cricket, rugby e calcio su tutti. Detto questo il primo gruppo automobilistico mondiale, la tedesca Volkswagen, sta investendo pesantemente nel futuro degli sport motoristici nel continente Africano.

Nel febbraio 2019 Volkswagen ha annunciato il suo impegno lanciando la Volkswagen Motorsport Academy, che alimenterà le star del motorsport sudafricano del futuro e darà loro, se dimostreranno di avere la stoffa adatta, la possibilità di far parte del team ufficiale Volkswagen.

Sport e Sponsorizzazioni in Africa: è di nuovo voglia di MotoGP?

L’Africa ha un pedigree più che apprezzabile quando si parla di sport motoristici, con il Sud Africa che, da solo, produce di tanto in tanto delle stelle internazionali – incluso il recente campione del mondo di Moto3 Brad Binder.

Brad Binder è al momento pilota ufficiale della KTM ed è impegnato in Moto2 e crede che “qualcosa stia cambiando” quando si parla di apprezzamento per la  MotoGP nel suo paese d’origine.

Kork Ballington, il pilota sudafricano che ha vinto quattro titoli mondiali in soli due anni, è stato inserito nella Hall of Fame del motociclismo l’anno scorso ed è ancora nel cuore di moltissimi appassionati che lo ricordano sulla sua verde Kawasaki.

In Sud Africa c’è anche una storia, sebbene piuttosto irregolare, di gare MotoGP. L’ultima si è corsa nel 2004 a Welkom e vide il trionfo di Rossi appena passato dalla Honda alla Yamaha.

Ci possiamo aspettare nel breve il ritorno della MotoGP in Africa? Mi auguro di si, certamente c’è grande attenzione per questo sport sul continente, con delle economie in crescita e la possibilità per gli organizzatori di contare su un pubblico desideroso di vedere campioni di diverse discipline sul loro territorio. Continuate  a seguirci e, appena ci saranno novità, ne sarete informati.

Interessati a saperne di più sulla sponsorizzazione sportiva in Africa? Contattate RTR Sports Marketing oggi all’indirizzo info@rtrsports.com

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
stefan-bradlCrutchlow-2019