Esce “The BERNIE”, il libro definitivo sulla F1. Costa 1 Milione di Dollari e contiene 4 pass per tutta la stagione

 In Formula 1, Marketing Sportivo, Motorsport
the bernie

the bernie

Ci sono libri e libri. Questo, sicuramente, non è economico. Perciò, se vi piace la Formula 1 e volete trascorrere tutto il prossimo anno in compagnia di Sebastian Vettel e Fernando Alonso in giro per il mondo, questo è il libro che fa per voi, a patto che abbiate da parte un milioncino di dollari. Non stiamo scherzando

Sarà disponibile da Dicembre, solo ovviamente su ordinazione, “The Official Formula One Opus BERNIE Edition”, già ribattezzato semplicemente “The BERNIE“: il più costoso libro mai realizzato sullo sport. Il BERNIE pesa 37 chilogrammi, è composto da 852 pagine e contiene all’interno 4 pass per ogni giorno di Gran Premio della stagione 2014, oltre ovviamente all’opportunità di incontrare Mr.Ecclestone in persona per un tè. Come se non bastasse, ognuna delle costosissime edizioni contiene una pergamena autentica firmata a mano dai 22 Campioni della Formula 1.

“Questa è l’occasione per calarsi nel mondo della F1 come mai prima – ha dichiarato il CEO di Opus Media Karl Fowler – Si potrà assistere a qualunque gara in qualunque paese, andare nei paddock, godersi le Hospitality e conoscere i piloti. Inoltre, potrete conoscere Mr. Eccelstone, passare del tempo con lui: questo libro è una delle più straordinarie esperienze sportive che si possano fare.”

Fowler ha fondato Opus Media nel 2007 dopo avere abbandonato un lavoro da banchiere; da quel giorno ha pubblicato diversi libri incentrati sulle eccellenze dello sport, dalla Ferrari al Manchester United, da Michael Jordan al SuperBowl NFL. Ma il BERNIE, che viene consegnato in una confezione di fibra di carbonio, luccicante come un diamante, porta il concetto di editoria ad un livello completamente nuovo.

“Abbiamo già tre ordini per il libro” ha confessato Fowler. “Abbiamo  sempre pensato che per questo oggetto esistessero due tipi di acquirenti: il primo ovviamente è quello dell’individuo molto facoltoso che vuole togliersi un capriccio e potersi godere la F1 dal vivo come e quando gli pare. Il secondo tipo di acquirente è quello corporate, grandi fondi di investimenti, banche e via discorrendo. In effetti le tre richieste che abbiamo avuto provengono da questo secondo tipo di acquirenti: uno è una banca, uno un fondo di investimento russo e l’ultimo una fondazione privata. Non c’è dubbio che per chi fa business questa sia una grandissima opportunità: si possono portare un gran numero di clienti ai migliori eventi sportivi del mondo. E’ l’hospitality di più alto livello che si possa avere. E lo si può fare venti volte all’anno. Se si parla di opportunità di business e di networking non c’è nulla di veramente paragonabile”.

Il libro, la cui redazione completa ha richiesto 6 anni per essere conclusa, è stato personalmente controllato e commentato da Ecclestone per produrre quella che è senza dubbio la migliore overview della F1 mai prodotta. Il volume inizia con il Campionato del 1950 per poi svilupparsi lungo tutta la storia del massimo campionato delle 4 ruote, sino ai giorni nostri. Circuiti, team, piloti sono tutti trattati con grande dovizia di dettagli e ampie documentazioni fotografiche.

“Abbiamo fatto un lavoro incredibile con le foto -ha aggiunto Fowler – e il contributo di Mr. Eccelstone è stato fondamentale, soprattutto come vision. Nel 99% dei libri e delle pubblicazioni che vedete solitamente, le foto sono tagliate e modificate per adattarsi alla pubblicazione. Noi abbiamo voluto gli scatti originali e li abbiamo pubblicati così, con il taglio, i colori e le caratteristiche che i fotografi hanno voluto dargli”

Emanuele Venturoli
RTR Sports Marketing
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
kimi-raikkonen-lotuscrutchlow-ducati