F1: Daniel Ricciardo deve dimagrire. Da Red Bull arriva la dieta per il 2014

 In Formula 1, Marketing, Marketing Sportivo, Motorshow, Motorsport, Sponsor, Sponsorizzazioni Sportive
Daniel Ricciardo Red Bull Racing

Daniel Ricciardo Red Bull Racing

Niente gossip, anzi, semplice regolamento. Daniel Ricciardo è uno dei tanti piloti che, con le nuove regole 2014, sarà costretto a buttare giù qualche chilo prima che la stagione cominci. L’introduzione dei nuovi motori Turbo V6 ha infatti appesantito le vetture -che ora abbisognano di ulteriori strutture per fare funzionare i sistemi ibridi- riducendo così il margine utile per stare nelle regolamentazioni di peso imposte dalla FIA. Morale: i piloti devono dimagrire.

Ricciardo, che nel 2014 occuperà il secondo sedile di casa Red Bull accanto a Sebastian Vettel, è uno dei piloti più alti (e quindi più pesanti del paddock): 1,76 per 65 chili. Quello che può sembrare già un peso abbastanza esiguo dovrà comunque essere ridotto di almeno 4 o 5 Kg, se la RB10 vorrà essere conforme al regolamento.

Parlando al brasiliano TotalRace, Ricciardo ha dichiarato “L’obiettivo è quello di perdere un paio di chili, a partire da subito, per cercare di essere il più competitivo possibile”. I calcoli effettuati dagli ingegneri nel corso degli ultimi mesi hanno infatti mostrato che sulle nuove monoposto, ogni aumento di 5 kg comporta un rallentamento di circa 0,2 secondi a giro.

Non a caso, l’ora ritirato Mark Webber (il cui sedile è stato occupato appunto da Ricciardo) tempo fa aveva twittato: “Mi sembra di non mangiare da 5 anni. Questa storia del peso minimo è davvero ridicola”.

Molte squadre stanno chiedendo alla FIA di cambiare il regolamento, alzando di 10 kg il peso per il 2015, giungendo a quota 700. Anche Adrian Newey, celeberrimo progettista Red Bull ha recentemente rilasciato un’intervista ad Autosport, dicendo “Penso che questa regola debba essere cambiata e che il peso minimo debba essere aumentato. Tutte le squadre tranne una hanno votato a favore di questa modifica ma, poichè la Federazione impone che il consenso sia unanime, il cambio non è passato”.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
lin-jarvis-yamahaformula 1 new york