In Formula 1, Motorsport

Webber Vettel

Quarta vittoria in carriera sul circuito di Suzuka per Sebastian Vettel sempre più vicino al suo quarto titolo mondiale consecutivo, seguito dal compagno di scuderia Mark Webber e da Romain Grosjean. Pessima partenza quella del tedesco che subito retrocede fino alla quarta posizione. Proprio durante le fasi della partenza Sebo rischia tanto, andando a “pizzicare” con l’ala la gomma posteriore destra di Lewis Hamilton (cosa che metterà fine alla sua gara), senza però riportare danni sulla propria monoposto. Una strategia azzeccata lo porta a combattere per la vittoria nonostante oggi non fosse nello stato di forma ideale.

Medaglia d’argento invece per il secondo pilota della Red Bull, Mark Webber. La partenza non gli consente di mantenere la prima posizione La strategia scelta dal team, ovvero le tre soste, lo penalizza: infatti il vantaggio ottenuto nei primi due stint di gara non è sufficiente per stare davanti al compagno di team. Questo, però, non ha fermato l’australiano che è comunque riuscito a conquistare il secondo posto dopo una lotta accesa con il francese della Lotus.

Terzo posto quindi per Romain Grosjean. La grande partenza del francese gli permette sfilare immediatamente la seconda posizione di Sebastian Vettel per andare ad attaccare Mark Webber in entrata della curva 1. Riesce a mantenere un ritmo costante che lo porta a resistere alla coppia Red Bull per gran parte della gara, fino a quando la superiorità della vettura austriaca si fa sentire e Romain si deve accontentare di un terzo posto.

Gara da dimenticare per le due Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Lo spagnolo conclude in quarta posizione dopo un’accesa lotta con Nico Hulkenberg, mentre il brasiliano occupa la decima posizione dopo aver scontato un Drive Through per aver superato il limite di velocità nel rettilineo dei box.

In zona punti anche i due piloti della Sauber, Nico Hulkenberg e Esteban Gutiérrez. Il tedesco si riconferma tra i grandi lottando per gran parte della gara con Alonso e Raikkonen, mentre per il messicano sono i primi punti mondiali in Formula 1: è stata un percorso lungo, non privo di difficoltà, ma alla fine la crescita ha dato i suoi frutti.

Gara da dimenticare anche per le due Mercedes. Per quanto riguarda Lewis Hamilton la toccata iniziale con Sebastian Vettel mette ko la sua vettura, mentre Nico Rosberg è costretto ad effettuare un drive through che compromette la sua gara. A fine gara lo stesso tedesco risulterà ben poso soddisfatto dell’ottava posizione.

Brutta prestazione anche per la Williams che sembra destinata a concludere la stagione nelle zone “basse” della classifica, vista la poca competitività della macchina e probabilmente la scarsa motivazione dei piloti per una stagione ormai compromessa da tempo. Infine, gara compromessa alla partenza per Van der Garde e Bianchi, costretti al ritiro in seguito ad un contatto avvenuto alla prima curva.

By Greta Bassi
F1 Contributor for RTR Sports
Pictures from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Maria-De-VillotaMarquez Pedrosa