In Formula 1

Pirelli_Formula2013Paul Hembery di Pirelli ha apertamente invitato la F1 ad apportare dei cambiamenti prima del rinnovo del contratto. Il fornitore di gomme ufficiale del circus ha detto al Guardian di essere assolutamente d’accordo con gli sforzi di Bernie Ecclestone di “ravvivare lo show”.

Hembery ha ad esempio detto di trovare brillante il divieto di cambiare i caschi per i piloti, in realtà molto discusso dagli stessi driver: “I piloti devono diventare superstar di livello internazionale, come David Beckham. Devono essere riconoscibili, avere dei marchi di fabbrica. Eppure, sebbene sia un concetto molto facile, ancora si sentono molte lamentele riguardo al divieto sul cambio dei caschi”.

Ora, mentre si avvicina il momento in cui si deciderà chi sarà il fornitore ufficiale di coperture per la F1 del futuro, Hembery chiede ancora più cambiamenti. Nel dopo Malesia, lo stesso Ecclestone aveva messo sul tavolo diverse idee, fra cui una Formula 1 per sole donne, un griglia mista, attività di metà gara e il rientro dei tanto vituperati doppi punti per il finale.

“Credo che le qualifiche al venerdì sera siano una buona idea -ha commentato il capo del Motorsport Pirelli– così anche i promotori della gara avrebbero qualcosa in più da offrire agli spettatori. Lo stesso dicasi per una sprint race al sabato, un prodotto extra, così che i tifosi del sabato possano vedere qualcosa di significativo, che porti dei punti.

“Non sta a noi [di Pirelli] dire cosa dovrebbe cambiare e come si dovrebbero cambiare le cose, però quel che è certo è che un cambio è necessario. Siamo ansiosi di scoprire cosa succederà nel 2017, quando discuteremo il nuovo contratto. Piaccia o non piaccia, la F1 è prima di tutto entertainment: a chi ci lavora non piace che lo si definisca così, però se non facciamo divertire il pubblico, la gente smetterà di guardare questo sport e allora gli sponsor smetteranno di arrivare e si creerà un ciclo vizioso potenzialmente senza fine.

“E’ evidente che il modello attuale non è sufficientemente buono per un gran numero di persone. Il cambiamento come dico è necessario ma purtroppo tutto è molto complicato e molto lento, poichè vi sono troppi interessi in ballo. Qualcuno deve prendersi la responsabilità di mettere dei paletti e dire ‘ecco come stanno le cose’. Di certo il circus non può permettersi di perdere un altro anno rincorrendo compromessi.”

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
mclaren mp4-30