In Formula 1, Marketing, Marketing Sportivo, Motorsport, Sport News

Red Bull Racing ha formalmente completato l’appello alla FIA a seguito della squalifica di Daniel Ricciardo dal Gran Premio d’Australia disputato a Melbourne lo scorso weekend.

La RB10 di Daniel Ricciardo, giunta seconda alla bandiera a scacchi, era stata successivamente alla gara trovata non conforme alle nuove regole circa il flusso di carburante, che è stato limitato a 100Kg per ora.

Dopo la decisione della FIA, comunicata ufficialmente nella tarda serata di domenica, il Team Principal di Red Bull Christian Horner aveva dichiarato che il sensore ufficiale della FIA era “non affidabile” e progettato su tecnologie “non sufficientemente avanzate”. Lo stesso Horner aveva poi dichiarato che il sensore proprietario della Red Bull non mostrava nessun superamento dei limiti.

L’appello ufficiale del team austro britannico è stato completato oggi, fanno sapere da Milton Keynes. La FIA dovrà ora stabilire una data per l’udienza presso la corte d’appello sportiva internazionale, che deciderà sul caso nelle prossime settimane.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
jorge-lorenzo-yamaha