In Formula 1

manor-inlineLa stagione 2015 inizia a intermittenza a Melbourne, con solo 8 squadre pronte -delle 10- a scaldare i motori.

La Sauber è coinvolta nel caos Giedo van der Garde, mentre i motori della risorta Manor rimaranno in silenzio per motivi completamente diversi. Dopo che i suoi computer sono stati ripuliti, la Manor è attualmente in preda a trattative frenetiche con il fornitore dei motori Ferrari per reinstallare i dati cruciali che consentano alle power unit di partire. “Solo perché siamo qui non significa che basta girare la chiave per partire”, ha detto il boss Graeme Lowdon a Sky in Gran Bretagna.

Si dice che le questioni operative della Manor siano così complesse che il team non sarà pronto a scendere in pista per diverse gare. “Dobbiamo solo continuare a lavorare con metodo”, ha detto Lowdon per fare in modo che la Manor faccia del suo meglio e qualificarsi a Melbourne.

Anche se i problemi di software possono essere risolti, il team ne sta affrontando un’altra miriade (stile lista della spesa). Si mormora che il governo britannico stia ancora sollecitando la squadra per tasse non pagate. Idem per Ferrari.

E poi c’è la questione dell’auto 2014 modificata in fretta. Alla domanda se potesse essere un problema la regola di qualificazione del 107% il pilota Will Stevens risponde: “Dipende da quanto sono diventati veloci i ragazzi ai piani alti.”

Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
f1 wind tunnelsebastian vettel ferrari podium australia