In Formula 1, MotoGP, Motomondiale, Motorsport, Sponsor, Sponsorizzazioni Sportive

sergio perez

Sergio Perez non sembra aver preso molto bene la notizia che nel 2014 il suo posto alla McLaren lo prenderà il danese Kevin Magnussen (figlio di Jan, che ha corso in Formula 1 dal 1995 al 1998), che diventerà così il nuovo compagno di squadra del confermato Jenson Button. Dopo un 2012 straordinario condito da tre podi alla guida della Sauber, il 23enne messicano è stato ingaggiato dal team di Woking per compiere il salto di qualità definitivo, ma qualcosa è andato storto: la Mp4-28 non si è dimostrata all’altezza della situazione ed è stata letteralmente surclassata non solo dalla pluri-titolata Red Bull, ma anche da Ferrari, Lotus e Mercedes; Perez non ha saputo riconfermare le prestazioni dell’anno precedente, palesando di non essere ancora pronto per far parte di un top-team. Per queste ragioni i dirigenti della McLaren hanno deciso di non rinnovare la fiducia a Perez per l’anno prossimo, nonostante il pilota messicano portasse con sé una dotazione notevole di sponsor.

[pullquote1]”E’ stata la stagione più deludente della mia vita. In McLaren non sanno affrontare la realtà”[/pullquote1]In un comunicato ufficiale, Perez ci tiene particolarmente a ringraziare la McLaren per l’opportunità che gli ha concesso quest’anno e si complimenta con Martin Whitmarsh per come ha diretto le operazioni all’interno del box, ma ne approfitta al contempo per togliersi anche qualche sassolino della scarpa: il messicano rimprovera infatti la McLaren di aver peccato di umiltà e di non aver capito sin da subito che la Mp4-28 non fosse una vettura in grado di vincere e neppure di salire sul podio (come testimoniano i risultati, il miglior risultato ottenuto da Button e Perez è un quinto posto). Il massimo che si poteva era entrare in zona punti, e in effetti entrambi i piloti hanno colto l’obiettivo in diverse occasioni.

Secondo Perez, Whitmarsh è un grande leader ma è circondato da persone poco obiettive e capaci che non hanno saputo dargli una mano concreta. In ogni caso, negli ultimi due appuntamenti del mondiale, Perez e la McLaren cercheranno di concludere il loro rapporto nella maniera migliore possibile.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
davide valsecchivettel austin 2013