F1: Raikkonen-show alla conferenza di Singapore. “Me ne vado perchè non mi pagano”

 In Formula 1
raikkonen Singapore

raikkonen Singapore

In attesa di scendere in pista a Singapore, Raikkonen ha dato spettacolo in sala stampa. In tanti si aspettavano delle dichiarazioni di facciata, evitando ulteriore imbarazzo rispetto a quello provocato dal tweet della Lotus di qualche giorno fa. Kimi però era di tutt’altro avviso, e così ha voluto spiegare per bene le ragioni che lo porteranno via dalla sua attuale scuderia. Come spesso accade in situazioni del genere il problema è rappresentato dai soldi, che il finlandese attende ancora di ricevere. Non è molto importante il team con il quale si corre, ha detto Raikkonen, per il quale l’importante è poter continuare a correre. La Lotus però non gli ha ancora devoluto molti soldi, e le motivazioni sono ancora sconosciute. Anzi Kimi consiglia proprio di chiederlo alla scuderia, cedendo loro questa patata bollente.

[pullquote1]”Lascio la Lotus perchè non mi pagano. Chiedete a loro perchè non mi danno i soldi” – Raikkonen[/pullquote1]Di certo la Ferrari garantisce una stabilità economica, ma sono anche le prestazioni passate e presenti dei motori della “rossa” ad aver attirato Kimi, che però non si lascia andare a facili entusiasmi, utili spesso soltanto a portare dalla propria parte i tifosi. Raikkonen infatti dice che le scuderie a contendersi il titolo sono principalmente tre, Ferrari, Lotus e Red Bull, anche se per il giudizio finale occorrerà attendere fino ai primi test.

In passato, quando Kimi era un ferrarista, numerose erano state le voci sul rapporto tra lui e lo staff, con il quale il finlandese dice d’essersi sempre trovato bene, soprattutto grazie al fatto che questi lo avevano lasciato alquanto libero. Per questo dunque ritiene sia possibile riprendere alla grande da dove ci si era interrotti, collaborando serenamente con Alonso. “Siamo due piloti esperti” ha detto Kimi, convinto che la squadra offrirà a entrambi i mezzi per far bene in pista. Di certo però nessuno dei due si tirerà indietro in pista, e sarà impossibile vedere un gioco di squadra simile a quello di Massa. Ciò però potrebbe portare soltanto vantaggi alla Ferrari, nuovamente competitiva su ogni fronte.

Redazione RTR Sports Marketing
Pictures from the web

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
SingaporeCircuitsingapore vettel 2013