In Formula 1, Marketing Sportivo, Motorsport

Testing F1 Jerez de la Frontera, Spain 28-31 January 2014

Che ne sarebbe della Formula1 senza Red Bull?

Sopravviverebbe, come i Genesis dopo l’addio di Peter Gabriel. Ma proprio come il gruppo inglese, che passò nel giro di qualche anno dal progressive al rock-pop, il marchio Formula1 si troverebbe davanti allo specchio con un’immagine diversa da quella di globalità in HD che voleva esprimere, riducendosi invece ad un antico ritratto che vede sempre gli stessi volti dei soliti costruttori di automobili.

L’attuale Formula1, quella dei costi smisurati, si rende economicamente sostenibile vendendosi al miglior offerente da anni e promuovendosi come sport mondiale e aperto sempre a nuovi orizzonti.

Ma pensando al branding, cosa accadrebbe in caso di addio del gruppo Red Bull? I ragazzi di Milton Keynes, un po’ boriosi e sfacciati a volte, hanno portato in questi anni aria fresca nel Circus: attraverso le feste in piscina, i twett ironici e soprattutto i quattro mondiali vinti dal 2010 al 2013, surclassando gli storici costruttori.

Bernie Ecclestone vuole che la Red Bull rimanga, i piloti avversari si dichiarano a favore e persino Toto Wolff e Arrivabene penseranno lo stesso confidando che una soluzione Mr.E la troverà ma pensando già ad una terza macchina da schierare (più visibilità, più sponsor, più soldi, più prestazioni).

Ma la verità è una sola, la Formula1 può  sopravvivere all’abbandonono Red Bull come i Genesis a quello di Peter Gabriel, ma certamente nulla sarebbe senza ripercussioni e la percezione della Formula1 tornerà ad essere quella di un ambiente chiuso in se stesso dove la politica dei pochi conta più dell’apertura al mercato. E questo al marketing non piace.

P.S: Nella giornata di ieri lo Strategy Group si è riunito ed ha deciso che i motori 2015 potranno essere utilizzati nella prossima stagione e anche che ci sarà la possibilità di sviluppare i motori durante i prossimi anni.
Questa decisione va incontro a diverse necessità: la prima di garantire ai costruttori che sono indietro nello sviluppo (leggi Renault e Honda) di colmare il gap e la seconda di scongiurare l’addio di Red Bull (e Toro Rosso) al Circus del vecchio Bernie.

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt