In Formula 1, Marketing Sportivo
alonso_tombazis

Opinioni diverse in casa Ferrari per quanto riguarda l’influenza che le gomme Pirelli hanno avuto sul risultato finale del campionato mondiale di Formula 1. Fernando Alonso, prima guida della scuderia di Maranello, ha parlato del problema in occasione del Gran Premio di Singapore e si è soffermato sul fatto che dopo il ritorno da parte della Pirelli alle gomme dello scorso anno, la Ferrari non è riuscita più a mettere le sue ruote davanti ai rivali, e specialmente alla Red Bull che si sta avviando di gran carriera ad un doppio successo nel mondiale piloti ed in quello costruttori.

Secondo il pilota spagnolo il ritorno alle gomme 2012 ha finito per favorire gli avversari, e dopo una buona partenza con le vittorie ottenute in Cina ed in Spagna, dal mese di maggio scorso la Ferrari non è più salita sul gradino più alto del podio, proprio perché non è riuscita ad adattarsi al meglio alle nuove specifiche degli pneumatici.

A contraddire le ipotesi formulate da Fernando Alonso è stato Nicholas Tombazis, il capo progettista di Maranello, che in una intervista a Speedweek ha messo l’accento anche su altri aspetti. Pur allineandosi al suo pilota riguardo ai problemi sorti con il cambiamento delle coperture, Tombazis dice che non è possibile nascondersi completamente dietro quest’alibi perché la Ferrari ha avuto dei problemi anche per quanto riguarda lo sviluppo della vettura, con i dati contrastanti che venivano forniti dalle prove effettuate nella galleria del vento.

Tombazis si dice però convinto che nel 2014 le cose cambieranno e la nuova Ferrari di Formula uno ritroverà la sua competitività in campionato, anche grazie alla ristrutturazione in atto proprio per la galleria del vento, che a breve, sembra a fine ottobre, tornerà a disposizione degli ingegneri di Maranello, pronti a lanciare ancora una volta la sfida alla Red Bull. Grazie proprio ad una accorta strategia nella gestione delle gomme, con il cambio effettuato mentre era in pista la ” safety car ” a Singapore Alonso ha ottenuto un prezioso secondo posto, purtroppo sempre lontano dal capoclassifica e campione del mondo in carica Vettel.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
alonso_2014