In Sport News

boston-bruinsSi sono concluse tutte le serie del primo turno dei playoff NHL, di cui tre sono arrivate fino a gara 7, e le sorprese non sono mancate, tra rimonte clamorose e sovversioni del fattore campo. Basti pensare che in quattro casi su otto la squadra con il vantaggio del campo è stata eliminata, e in due di queste occasioni la squadra in questione si trovava avanti nella serie per almeno 2-0. Ma il bello dell’hockey è anche questo; e d’altronde, in Nordamerica si è soliti dire che “una serie di playoff non è mai finita finché non si arriva alla stretta di mano finale”. Ecco il dettaglio dei singoli scontri.

Boston-Detroit 4-1. I Bruins portano a casa una serie molto più agevole di quanto non sembrasse sulla carta. I Red Wings, sempre avversari ostici da affrontare nella post-season, non sono mai sembrati in grado di tenere testa ai bostoniani e si sono trovati a inseguire nel punteggio praticamente sempre. Solo in gara 4, finita all’overtime, Detroit ha opposto un po’ più di resistenza, ma ha pagato una stagione costellata dagli infortuni e il digiuno di punti di Gustav Nyquist, letteralmente on fire nella seconda metà di stagione. Un solido attacco Bruins ha fatto il resto.

Tampa Bay-Montréal 0-4. Della caduta dei Lightning avevamo già parlato la settimana scorsa. I Canadiens hanno quindi avuto una settimana di riposo per prepararsi al match-up con i Bruins del prossimo turno.

Pittsburgh-Columbus 4-2. La “serie delle rimonte”, come l’avevamo battezzata in precedenza, ha continuato a dimostrarsi tale fino a gara 6, dove una hat-trick di Evgeni Malkin ha contribuito a creare un vantaggio di 4-0 che i Jackets, pur realizzando tre reti negli ultimi 10 minuti, non sono riusciti a colmare. La serie è stata molto intensa e combattuta, e un plauso ai Blue Jackets, alla loro seconda apparizione di sempre nei playoff, va fatto. I Penguins sono stati guidati sorprendentemente in attacco dalla coppia di difensori Niskanen-Martin, che in due hanno realizzato più punti di Crosby e Malkin, e supportati dal portiere Fleury, incerto in gara 4, ma sugli scudi nelle ultime due partite.

NY Rangers-Philadelphia 4-3. La serie più tirata ed equilbrata all’est, anche per merito dei due portieri. Lundqvist e il rientrante Mason hanno dato il meglio di sè, e le reti subite rispettivamente in gara 6 (hat-trick di Wayne Simmonds) e 5 non sminuiscono la loro prestazione. Gara 7, disputata stanotte e vinta dai Rangers 2-1, è stata particolarmente tirata e combattuta. Con questo successo i Rangers salgono a 6-0 nelle gare 7 disputate al Madison Square Garden.

Colorado-Minnesota 3-4. Probabilmente la serie più equilibrata di quelle del primo turno, in cui la squadra di casa ha sempre vinto, tranne che nell’ultimo incontro. Tutti gli incontri sono stati parecchio equilibrati e tutte le gare dispari sono finite al supplementare. Nathan MacKinnon, in gran forma fino a gara 5 (dove ha segnato il goal vincente all’overtime), si è un po’ spento nelle ultime due, al contrario di Paul Stastny, costante nella produzione punti. Il rientro in gara 7 di Matt Duchene non è servito agli Avalanche, che per quattro volte sono andati in vantaggio e quattro volte sono stati raggiunti. La rete dello svizzero Nino Niederreiter (seconda nel match) dopo cinque minuti di overtime ha dato ai Wild il passaggio del turno (unica wild card a riuscirci) e la prima vittoria in una serie di playoff dal 2003.

St.Louis-Chicago 2-4. Collasso #1. Dopo le due vittorie all’overtime dei Blues e il 2-0 degli Hawks in gara 3, la doppia vittoria al supplementare per Chicago nelle gare 4 e 5 ha fatto cambiare completamente l’andamento della serie. In gara 6 i Blues si sono sciolti completamente nel terzo periodo, quando gli Hawks hanno chiuso la pratica agilmente con tre goal in 7 minuti. Va ricordato però che Chicago è andata molto vicina a vincere già le prime due gare, subendo sempre il goal del pareggio nell’ultimo minuto. Bravi i Blackhawks a trovare il killer instinct che ha permesso loro di controllare la serie.

Anaheim-Dallas 4-2. Altra serie equilibratissima e molto combattuta. Dopo una convincente vittoria dei Ducks 6-2 in gara 5, gli Stars hanno gettato alle ortiche la possibilità di portare la serie alla settima, sciupando un vantaggio di due reti negli ultimi tre minuti, facendosi raggiungere a 24 secondi dal termine e perdendo poi grazie a una rete di Nick Bonino dopo tre minuti scarsi di overtime. La prestazione degli Stars, però, alla prima apparizione ai playoff dal 2008, può ritenersi soddisfacente: hanno fatto penare i migliori della Western Conference. I Ducks passano il turno grazie a un’ottima prestazione corale: tutte le proprie linee si sono dimostrate produttive offensivamente.

San Jose-Los Angeles 3-4. Collasso #2. O, in questo caso, un vero e proprio patatrac. San Jose, avanti 3-0 nella serie, si fa clamorosamente rimontare dai campioni del 2012, che diventano così la quarta squadra della storia a passare il turno dopo essere stati sotto 0-3 (ultima i Flyers nel 2010). Il disastro Sharks è reso ancora più evidente dai punteggi: i Kings hanno vinto le quattro partite per 6-3, 3-0, 4-1 e 5-1. L’attacco di San Jose, che girava a mille nelle prime tre partite, si è clamorosamente inceppato, mentre quello dei Kings, guidato da Anže Kopitar e Justin Williams, ha funzionato alla grande. Ancora più indicativo è il fatto che i migliori attaccanti degli Sharks (Thornton, Marleau, Pavelski, Couture e Burns) sono andati a bersaglio una sola volta nelle ultime quattro partite.

Le semifinali di conference cominciano questa notte con gara 1 tra Bruins e Canadiens. Ecco gli scontri:

Boston-Montréal. Le due squadre si affrontano per la 34esima volta ai playoff, con Montréal che guida nel computo totale per 24-9. Le ultime due, tuttavia, sono state appannaggio dei Bruins. Gara 1 stanotte a Boston. Mio pronostico: Boston in 4.

Pittsburgh-NY Rangers. I Penguins sono imbattuti nella post-season contro i niuiorchesi: 4 confronti e 4 vittorie. Gara 1 domani a Pittsburgh. Mio pronostico: Pittsburgh in 7.

Chicago-Minnesota. Unico precedente al primo turno dell’anno scorso, dove gli Hawks hanno vinto in cinque partite. Gara 1 domani a Chicago. Mio pronostico: Chicago in 5.

Anaheim-Los Angeles. Il “derby” losangelino non si è mai tenuto nei playoff. Gara 1 sabato ad Anaheim. Mio pronostico: Anaheim in 7.

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt