In Calcio, Comunicazione, News, Related News, Sport News

Sabato 2 marzo 2013 è una data da segnare in rosso nel calendario. Il giorno dedicato al football ai suoi principali attori protagonisti: i tifosi.

Si è svolto a Roma, nella sede dell’Hotel Radisson Blu, l’atteso workshop dal titolo “Il cuore del gioco – La partecipazione dei supporters: una strada percorribile per il calcio”, spunto di riflessione su un tema già trattato anche tra le pagine del nostro blog, legato alla fan ownership ed al crowdfunding quali vie possibili se non necessarie per un risanamento del dissestato mondo del calcio nazionale (e non). In che modo? Semplicemente restituendo il calcio ai suoi legittimi proprietari, i tifosi che ogni weekend affollano gli spalti di tutto il mondo, sostenendo maglie e colori magari diversi, ma con un unico filo conduttore: la passione incondizionata, mista al senso di appartenenza e identificazione.
Un bisogno precipuo, di essere parte di una realtà in grado cambiare la vita delle persone, nella buona come nella cattiva sorte.

L’evento, inserito in un ampio programma di approfondimento sostenuto dalla Commissione Europea, incentrato sull’ “Improving Football Governance through Supporter Involvement and Community Ownership”,  ha permesso un focus  sul progetto europeo dedicato ad un miglioramento del mondo del calcio attraverso una partecipazione attiva dei tifosi nella proprietà e soprattutto nella governance dei club.
Fitta la serie di interventi, così come ben nutrita è stata la pletora dei relatori, tra i quali spiccavano senz’altro i vertici delle Leghe di A e B, con il Direttore Generale della maggiore Lega nazionale, Marco Brunelli, oltre ad Andrea Abodi e Federico Smanio, rispettivamente Presidente e Marketing Manager della Lega di B.

L’occasione di effettuare un focus sul tema degli azionariati popolari ha confermato l’attenzione e l’impegno che l’Europa calcistica intera sta profondendo sul delicato tema calcistico. Con una prerogativa: rendere sempre più attivo il ruolo dei fans all’interno degli organigrammi societari, per garantire ai club una sopravvivenza sempre più incerta per le ristrettezze economiche dei presidenti, nonché la custodia di una tradizione sportiva che un fallimento societario potrebbe cancellare con un colpo di spugna.
La presenza di realtà estere, quali Unsere Kurve per la Germania e Faspe per la Spagna, così come la celebre Supporters Direct per il Regno Unito ha permesso di consolidare nei presenti la consapevolezza che il coinvolgimento dei tifosi nella gestione delle società di calcio rappresenta un aspetto che non può essere considerato come meramente innovativo, ma soprattutto in grado di valorizzare lo sport stesso in uno dei suoi asset di principale importanza.
L’Italia vive un fervore di non poco conto, sul tema degli azionariati popolari. Lo hanno sottolineato Gianluca Monte, rappresentante dell’Unità Sport all’interno della Commissione Europea, nonché Antonia Hagemann, responsabile delle attività di sviluppo europeo di Supporters Direct Europe, rappresentata per l’Italia dall’Avvocato Diego Riva, il quale ha introdotto i temi legati al panorama nazionale. Non senza la partecipazione dei rappresentati dei principali modelli di crowdfunding della nostra penisola: da Venezia United a Lucca United, passando per la celebre My Roma, nonché per realtà quali ad esempio Sogno Cavese oppure la più recente Taranto FC, società fallita la scorsa estate e iscrittasi sul filo di lana al torneo di Serie D. L’intervento del suo Presidente, Fabrizio Nardoni ha evidenziato la collaborazione che la proprietà ha instaurato fin dalla rifondazione del club con Fondazione Taras, il trust proprietario del 17% delle quote della società, che partecipa quindi attivamente alla gestione societaria. Dell’interazione con i tifosi è stato sottolineato l’effetto positivo, così come la volontà di portare avanti in sinergia un progetto finalmente vincente, non solo sul campo ma soprattutto per managerialità e aziendalismo.

 

“Il mondo del calcio è un mondo particolare. – ha affermato Marco Brunelli, Direttore Generale della Lega di Serie A – Le società, ma anche le istituzioni sono portate a interfacciarsi con una realtà composta da più interlocutori, non soltanto i normali stakeholders tipici di un’azienda. La componente dei sostenitori rappresenta un elemento importante, tanto che in questa sede oggi (Sabato n.d.r.) si parla di investimento culturale ed è un concetto che mi piace molto. Si riallaccia al concetto di cittadinanza così detta attiva, che va molto di moda oggi. Non so se strumenti, soluzioni magari dettate a livello normativo possano essere efficaci per portare i tifosi nelle stanze dei bottoni delle società oppure addirittura a possedere e gestire i club in maniera autonoma. Mi viene da dire che questo potrebbe rappresentare un punto d’arrivo, magari lontano, ma lo spirito iniziale dovrebbe essere un altro. Mi preoccuperei di capire come avviare un meccanismo di comunicazione reale, nel quotidiano, tra club e tifosi, per garantire un continuo scambio che possa permettere un’interazione fattiva”.
Tradotto: la strada è in salita, ma la sempre più attiva partecipazione dei tifosi, che a sempre più latitudini si interessano alle sorti delle proprie squadre del cuore, dimostra che con passione, coraggio e unità, il mondo del calcio può essere cambiato. Ponendo al centro il tifoso con esigenze e “capricci” da assecondare, per garantire una continuità di un sogno che alberga nella mente di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Generazione dopo generazione.

By Marco Lorenzi - RTR Sports Marketing Contributor
Nelle foto: locandina dell'evento, i tifosi del Taranto, i tifosi della Cavese
Pictures from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt