In MotoGP, Motomondiale, Motorsport

ducati dovizioso

Nella prova del mondiale MotoGP che si è disputata ad Aragon, ancora i soliti noti nelle prime posizioni della classifica: Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, mentre cade Dani Pedrosa. Purtroppo solite notizie anche per la Ducati che non riesce ad andare oltre un ottavo posto finale per Andrea Dovizioso ed un nono per Nicky Hayden, che hanno chiuso ad oltre 40 secondi dal vincitore, non riuscendo mai ad entrare veramente in gara dopo che anche le prove erano state negative.

Davanti a loro si sono piazzati Bautista, Bradl, Crutchlow e Smith. La situazione in casa Ducati non è certamente delle migliori, come ammette anche Paolo Ciabatti, l’attuale direttore del Progetto Ducati MotoGP chiarendo che il potenziale della moto di quest’anno al momento non consente di lottare con i migliori, come era nelle speranze della casa di Borgo Panigale.

Gli obiettivi che ci eravamo posti ed i risultati che speravamo sono ben lontani, dichiara Ciabatti chiudendo la disamina della situazione attuale. Ed in casa Ducati si parla anche di una ristrutturazione in vista della prossima stagione. Sia il pilota forlivese che il suo compagno di squadra statunitense sembrano non aver mai trovato quest’anno il giusto ” feeling ” con la moto, e questo traspare anche dalle dichiarazioni rilasciate dopo gare ad Aragon.

Dovizioso esordisce dicendo di essere un realista, ma vuole attende una maggior chiarezza per quanto riguarda le prospettive della casa di Borgo Panigale per il prossimo anno prima di dire la sua opinione. Nel contempo ammette di non essere sicuramente ripagato dal fatto di dover svolgere in ogni Gran Premio, solo il suo ” compitino ” di portare la moto al traguardo. “Prendere 40 secondi dal primo non è bello, ed io non intendo correre in questo modo” è la sintesi in chiusura del Dovi, che rimetta la palla in mano ai tecnici della Ducati.

Anche Nicky Hayden, che a fine stagione lascerà comunque la guida delle “rosse” non è contento della situazione e, pur ammettendo alcune sue colpe nei tre giorni di prove e gara, conferma la mancanza di “feeling” con la moto ed i problemi di gomme. Hayden ha anche fatto un dritto, quasi nel finale, ed ha recuperato la nona posizione che deteneva in precedenza con una strenua lotta proprio in conclusione del GP di Aragon.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Eugene LavertyLaguna Seca