In Hockey

NHL-logoDopo mesi di attesa, interminabili per un fan incallito di hockey come il sottoscritto (“dirottato” temporaneamente sul baseball per placare la mia sete di statistiche e numeri), è finalmente ripresa la regular season 2014-15.

Ieri, mercoledì 8 ottobre, è stata la prima giornata di gioco, con quattro partite che hanno visto scontrarsi quattro coppie di squadre particolarmente rivali per vicinanza geografica. È cominciato quindi un viaggio lungo circa sei mesi, che ci porterà, attraverso eventi come il Winter Classic, le Stadium Series e l’All-star Game, fino all’11 aprile 2015. Poi cominceranno come al solito i playoff, con lo stesso metodo di qualificazione dell’anno scorso.

Le emozioni non sono mancate già nelle prime partite. Montréal Canadiens e Toronto Maple Leafs, nello scontro più classico della NHL (si affrontano ormai da quasi cento anni), hanno dato vita a un confronto equilibratissimo ed emozionante, vinto in trasferta dai Canadiens per 4-3 grazie alla rete di Tomáš Plekanec a 47 secondo dalla fine (due in totale per lui). Max Pacioretty, sempre dei Canadiens, ha segnato il primo goal di questa stagione, dopo 4 minuti e 42, sul primissimo tiro in porta dei suoi.

Anche la partita tra Boston Bruins e Philadelphia Flyers si è risolta solo nel finale, con la rete di Chris Kelly a due miuti dal termine che ha dato la vittoria a Boston per 2-1.

I miei Vancouver Canucks hanno finalmente vinto la prima partita inaugurale nel giro di sei anni, sconfiggendo i Flames a Calgary con il punteggo di 4-2. Ryan Miller ha festeggiato l’esordio in maglia Canucks con una vittoria e Radim Vrbata con una rete. Alex Burrows ha segnato il suo primo goal stagionale dopo 12 minuti, mentre l’anno scorso aveva avuto bisogno di ben 36 partite per riuscirci.

A Los Angeles, intanto, si è tenuta la festa celebrativa della Stanley Cup vinta dai Kings la scorsa estate, con tanto di alzata dello stendardo commemorativo verso il soffitto dello Staples Center. La festa però è stata rovinata dai San Jose Sharks, che hanno vinto con un perentorio 4-0 vendicandosi in pratica dell’eliminazione degli scorsi playoff, dove gli squali hanno gettato alle ortiche un vantaggio di tre partite a zero.

Qualche piccola notizia extra-mercato, intanto, su quello che è successo nella off-season. – I Phoenix Coyotes hanno ufficialmente cambiato nome in Arizona Coyotes, ma ormai era solo questione di tempo, visto che si sono stabiliti nella città di Glendale ormai da parecchi anni.

Sul fronte divise, gli Anaheim Ducks hanno promosso la loro “alternate” a divisa ufficiale da casa, creandone una versione bianca per la trasferta. I St.Louis Blues hanno semplificato il layout ritornando in pratica a quello che avevano prima del 2007, anno in cui fu adottato per tutte le squadre il sistema RBK-EDGE della Reebok. I Pittsburgh Penguins invece propongono come terza divisa una replica esatta di quella nera indossata nelle stagioni 1991 e 1992 (in cui vinsero la Coppa). I Tampa Bay Lightning invece hanno sostituito la loro terza divisa blu con una nera, simile in layout a quella dei Kings, sempre con la scritta BOLTS sul davanti.

Sono stati apportati alcuni aggiustamenti alle regole, tra i quali: è stato allargato il trapezio dietro la porta in cui il portiere può giocare il disco; se una squadra che ha effettuato una liberazione vietata commette anche delle infrazioni all’ingaggio susseguente, riceverà due minuti di penalità per “delay of the game”; il tiro in giravolta (“spin-o-rama“) non sarà più permesso durante l’esecuzione di un tiro di rigore; il ghiaccio verrà rifatto anche prima dell’inizio del supplementare, nella speranza che un ghiaccio in condizioni migliori aumenti le segnature durante l’overtime, evitando così i rigori (considerazione personale: se i rigori non piacciono, perché non rimettere il pareggio com’è stato per tanti anni? Così ogni partita mette in palio due punti, anziché averne alcune che ne assegnano in totale tre)

Da ultimo, alcune date: l’All-star Game si giocherà il 25 gennaio a Columbus, OH; Chicago Blackhawks e Washington Capitals si giocheranno il Winter Classic al Nationals Park di Washington, DC, come sempre la sera del 1º gennaio; le Stadium Series vedranno invece di fronte Los Angeles Kings e San Jose Sharks il 21 febbraio al Levi’s Stadium di Santa Clara, CA (lo stadio dei San Francisco 49ers della NFL).

E ora non resta che immergerci completamente nella nuova stagione; buon divertimento a tutti!

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
teemu selannezemgus girgensons