In Calcio, Related News

calcio italiano in crisiNegli anni scorsi il calcio italiano era il più bello ma anche il più ricco del mondo. Non a caso squadre come il Milan e la Juventus erano in grado di arrivare molto spesso in finale di Champions League, e di vincerla, mentre al giorno d’oggi a dominare in Europa sono le squadre spagnole, senza dimenticare le squadre inglesi e il Bayern Monaco per quel che riguarda il calcio tedesco.

Il calcio italiano è in evidente crisi, ma perché?

Secondo Bottadiculo.it, sito di calcio, fantacalcio, e satira sportiva, quasi tutte le squadre di  Serie A in questi anni hanno pagato un dazio a causa del fatto di non avere uno stadio di proprietà, dovendo così gestire il problema legato alla mancata diversificazione del fatturato. Inoltre, in Paesi come l’Inghilterra il prodotto calcio è al giorno d’oggi più appetibile con la conseguenza che le squadre della Premier League dai diritti televisivi incassano molto di più rispetto alle squadre della Serie A.
Ma la ragione della crisi nel calcio italiano sta anche nella mancata valorizzazione dei vivai da parte di molte società e nella crisi delle serie minori con particolare riferimento alla Lega Pro dove la maggioranza delle società calcistiche spesso non riesce a coprire i costi anche in ragione della scarsa affluenza di pubblico negli stadi.

Il calciomercato

La crisi del calcio italiano si manifesta inoltre anche in sede di calciomercato oramai da qualche anno a questa parte. Il livello del calcio italiano ad oggi è infatti tale che quando arriva qualche fuoriclasse questo riesce agevolmente a fare la differenza considerando gli attuali valori tecnici. Basti pensare a campioni come Carlos Tevez e Gonzalo Higuain così come i giovani che si stanno affermando o che si sono già affermati in Italia sono sempre nel mirino di squadre straniere pronte a versare decine di milioni di euro per ingaggiarli. È il caso di Kingsley Coman, passato dalla Juventus al Bayern di Monaco, così come per la prossima stagione, sebbene ad oggi sia stato confermato alla Juventus, non mancano le voci che vedrebbero il forte centrocampista Paul Pogba cambiare maglia con destinazione, per esempio, il Barcellona di Lionel Messi, Neymar e Luis Suarez. Insomma, mentre in passato le squadre italiane compravano i giocatori, ora spesso per ragioni di bilancio si trovano costrette a vendere i prezzi pregiati ed a ripiegare su giocatori validi ma di secondo piano che non sempre sono poi utili alla causa.

FONTE: www.bottadiculo.it

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts
Comments

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
leicester-sports-marketing