In Calcio, Sport News

Per la serie “meglio tardi che mai”, sta per andare in onda…pardon, online, un breve riepilogo di quanto c’è da ricordare e dimenticare di questo ultimo turno di Premier League.

TOP FIVE

  • Manchester City: un uragano che si abbatte su un branco di ragazzotti con la maglia granata provenienti da Birmingham. Una manita dal sapore latino, che permette ai Blues di ritrovare la testa della classifica, complici le contemporanee debacle di Chelsea e United. Blues Brothers.
  • West Bromwich Albion: vittoria prestigiosa quella ottenuta contro i campioni d’Europa in carica e quarto posto in classifica, tallonando proprio il Chelsea. Che aria frizzante  che si respira nelle West Midlands.
  • Southampton: non è una gag. Questa settimana per la prima (ultima?) volta, trovano spazio anche i Saints tra i top della settimana. Contro il Qpr è forse peggio di uno spareggio dato che entrambe le formazioni dovranno lottare fino all’ultimo minuto dell’ultimo turno per salvarsi e la squadra di Adkins ne esce nettamente bene. Proprio vero che il pallone è rotondo. Bah.
  • Arsenal: nel match con il Tottenham, considerato da tutti come il vero derby di Londra, i Gunners rifilano una severa lezione agli Spurs e si rilanciano in campionato condotti da un insospettabile Giroud e da un Cazorla versione Deluxe. Cambio di marcia?
  • West Ham: imbattuto da cinque turni, gli Hammers continuano a macinare gioco e punti. Bene così.
FLOP FIVE:
  • Adebayor: vorrei poter essere libero di dire quello che penso di lui ma forse non è il caso. Mi limito a censurarne il comportamento. Quinta espulsione in carriera, terza comminata da Webb. E non è colpa del fischietto inglese. Vergogna.
  • Chelsea: tempi duri per Roberto da Sciaffusa. 4 partite senza vittorie e crollo verticale in classifica con il rischio di perdere il treno buono. Se Abramovich voleva licenziarlo dopo aver conquistato a sorpresa la Champions, figuratevi cosa ne pensa adesso, stuzzicato dall’idea Guardiola. God save the Coach.
  • Manchester United: inattesa sconfitta sul campo del Norwich ammazzagrandi che interrompe la corsa dei Red Devils. Ne guadagna lo spettacolo di un campionato che si fa avvincente. Showtime.
  • Qpr: perdere contro il Southampton è come farsi picchiare da un bambino. Guardiani del parco della Regina? In miniera dovete andare! Senza Speranze.
  • Newcastle: caduta libera, i Magpies non sembrano ritrovare la linfa dell’avvio di stagione. Fortuna che nelle retrovie si viaggia con un ritmo da scapoli e ammogliati ma urge un immediato cambio di rotta per non finire risucchiati. Pardew ha a disposizione l’organico per farlo. Op Op.
By Alberto Malaguti - RTR Sports Marketing
Picuture by Alfonso Jiménez - Flicker

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Infografica valore sponsorizzazione