In Related News

Iniziata la stagione 2016 di Motogp sul circuito del Losail a Doha in Qatar con Scott Redding al decimo posto e Danilo Petrucci che riacquista fiducia. Scopriamo insieme com’è andata.

La prima giornata di attività del MotoGP 2016 è stata caratterizzata dal decimo posto di Scott Redding, protagonista nei test sostenuti su questo circuito, e dalla soddisfazione per aver potuto riabbracciare Danilo Petrucci, tornato in sella alla sua Ducati Desmosedici Gp a soli 28 giorni dalla brutta caduta di Phillip Island.

Petrucci ha superato brillantemente l’esame della Fp1 e dopo essere rientrato a metà del secondo giro per togliere il tutore dalla mano destra ha completato con determinazione 17 giri (più di lui in pista soltanto Pol Espargarò e Tito Rabat con 18 giri completati) chiudendo addirittura in crescendo per piazzare nell’ultima tornata il tempo di 1:56.981 che vale la 15° posizione ma soprattutto gli regala tanta fiducia.

Indicazioni positive da Scott Redding che dopo una fase iniziale senza particolare feeling con la gomma dura posteriore, nell’ultima run ha dato la sensazione di aver ritrovato quel passo che lo aveva portato a chiudere gli ultimi test pre-season con il secondo tempo assoluto. Il pilota inglese ha terminato la sua prima giornata di attività al decimo posto con il tempo di 1:56.412 portando a termine 17 giri.

10° Scott Redding
1:56.412 – 16 laps

scott redding motogp 2016

“Il feeling è un po’ differente rispetto a quello dei test. Ma devo dire che con il team abbiamo le idee molto chiaro su cosa dobbiamo fare e sappiamo la direzione che dobbiamo prendere domani. Con la gomma dura le cose non sono andate molto bene, su questo c’è da lavorare. Ma con la gomma morbida abbiamo fatto meglio e domani vogliamo riprendere da questo punto. Il circuito? Le condizioni sono differenti da quelle dei test. Non sono migliori o peggiori semplicemente differenti. Alla fine il tempo non è male ma domani mi aspetto di fare meglio”.

15° Danilo Petrucci
1:56.981 – 17 laps

danilo petrucci motogp 2016

“Dopo un mese lontano dalla moto è stato difficile ricominciare. Confesso che fino ad un’ora prima dell’inizio del turno ero molto preoccupato. Dopo il primo giro ho tolto il tutore perché non mi dava fiducia. Poi le cose sono migliorate e adesso sono davvero contento. Devo recuperare la fiducia e ovviamente superare la paura di cadere. C’è sempre un po’ di timore, soprattutto nelle curve a destra. Ma sono felice perché non pensavo di riuscire a girare così. Ringrazio chi mi ha aiutato in questo momento difficile, i medici che mi hanno operato in Australia, il dottor Zasa e la Clinica Mobile che mi ha seguito nelle terapie, il dottor Catani per i consulti medici e i consigli preziosi. Per quanto riguarda il feeling con la moto è stato subito positivo. I ragazzi hanno fatto davvero un gran lavoro durante i test. Adesso devo solo ritrovare il coraggio e la fiducia per frenare un po’ dopo e aprire il gas un po’ prima”

Pramac Racing PRESS RELEASE

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
andrea dovizioso gp qatar