In News

red-bull-bolognaBolognaRed Bull, l’Energy Drink per eccellenza, sbarca in città con un nuovo esperimento di marketing visionario, Red Bull Recycle: Mercoledì 2 luglio l’evento di presentazione all’ Ex Forno (MAMBO) di Bologna (via Don Minzoni, 14), presso il parco del Cavaticcio, dalle ore 17.00 in poi con l’esposizione di 10 opere d’arte inedite realizzate per l’occasione, con aperitivo e dj set dedicato.

Ispirandosi ad uno dei temi più attuali del momento, quello della reusability, ossia la capacità di dare nuova vita ad un oggetto o ad un suo componente con un differente ed insolito impiego, Red Bull ha contattato 5 professionisti dell’arte e del design di varia provenienza, per la realizzazione di 10 opere originali attraverso il recupero di vecchi materiali dismessi dal mondo dei locali (insegne, banchi bar, lattine, frigo, etc.).
Red Bull Recycle trova ispirazione nella passione per il binomio arte/sostenibilità che Red Bull sostiene da sempre (l’80% delle energie produttive dell’azienda provengono infatti da fonti di energia rinnovabile), ideale comune anche alle performance del Red Bull Canvas Cooler e alle installazioni dinamiche del Red Bull Re (Reduce, Renew, Redesign) realizzate in collaborazione con il POLI.Design durante la Design Week di Milano.

2 dei 5 artisti coinvolti nella originale iniziativa militano all’interno della comunità rivoluzionaria e anticonformista dei Mutoid (Http://vimeo.com/73468748) di Sant’Arcangelo di Romagna, eclettico gruppo di artisti di origine londinese, trapiantatisi nella località romagnola in seguito alla partecipazione ad una edizione del Festival dei Teatri. Tra questi, Nikky Rodgerson, in arte Nikki Rifiutile, inglese, e Lucia Peruch, in arte Lupan, di Vittorio Veneto. Il gruppo è completato da Manolo Benvenuti di Santarcangelo di Romagna, Giulia Meloncelli di Ricicli da Forlì e Fethi Atakol nato a Bellinzona e residente a Rimini.
Le opere concepite dagli artisti saranno infine donate a 10 tra i locali più in voga tra gli amanti dell’arte e del design di Bologna per una esposizione permanente.
Curatore della Mostra e delle installazioni successive è Reedohub, cooperativa per la promozione di progetti di moda e design sostenibili e autoprodotti capace di creare design nel rispetto dell’ambiente e seguendo la legge del ri-uso e l’up-cycling.

Reedohub è una startup nata in seno all’Università di Bologna, campus di Rimini, nel 2012 e coordinata da Giampaolo Proni, docente di semiotica all’Università di Bologna (Dipartimento scienze per la qualità della vita, Rimini), che dichiara: «Siamo molto grati a Red Bull per l’opportunità offerta. Abbiamo selezionato per l’occasione prevalentemente artisti a “Km 0”, così le opere che presentiamo sono tutte nate in seno al territorio romagnolo». E prosegue: «I materiali di partenza avevano la destinazione di “rifiuti” e invece, grazie ad una visione artistica guadagnano una seconda vita, nobilitata dalla bellezza e funzionalità del design.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
italia_giapponemathieu flamini