In Related News, Sponsor, Sponsorizzazioni Sportive, Sport News, Sports Marketing, Tennis

L’Italia, piaccia o meno, è terra di talenti. A svariate latitudini, non solo lungo il meridiano del tanto discusso mondo del calcio. C’è anche il tennis, quello sport che magia, sudore ed emozioni sa regalare da secoli. E ci sono piccole storie, di genuina italianità, che non possono passare inosservate.
Quella più fresca e luminosa porta il nome di Sara Errani, la tennista dallo sguardo dolce ma deciso, che le proprie iniziali ha impresso per la settima volta in carriera sulla coppa di un torneo WTA. È successo lo scorso weekend ad Acapulco, dove la ragazza prodigio nata a Bologna ma di casa a Massa Lombarda (Ravenna) ha vinto a mani basse, nonostante fatica e stanchezza, il locale torneo regolando con un perentorio 6-0 / 6-4 niente meno che la spagnola Suarez Navarro in finale.
Un successo dal sapore ancor più dolce, perché per la prima volta in carriera “Sarita” è riuscita a difendere un titolo già conquistato lo scorso anno. Proprio il 2012 ha rappresentato l’anno di grazia per la tennista cresciuta tra la Bollettieri Academy e la terra spagnola, mietendo vittime illustri in singolo o in coppia con l’amica e collega Roberta Vinci. Sfiorando il paradiso anche al Roland Garros, dove giunta in finale si è dovuta arrendere, con l’onore delle armi, a Maria Sharapova.

Una favola incredibile, la sua, balzata agli onori delle cronache pian piano, con un piccolo gioiello di dedizione costruito nel tempo e non senza qualche retroscena. Come quello legato a una penale dovuta alla sua azienda sponsor e fornitrice di racchette, Wilson, abbandonata senza troppe remore dopo essersi… innamorata di una “concorrente”.

Parliamo di Babolat, la celebre company francese che, tra gli altri, fornisce l’attrezzo anche a Rafa Nadal e Francesca Schiavone.
È accaduto proprio prima dello scorso open parigino, con un assegno di 30 mila dollari, mica bruscolini, staccato a Wilson per poter provare la nuova Pure Drive marchiata Babolat. “Un centimetro più lunga e leggermente più pesante, così diventa più pesante anche la mia palla e mi aggiunge un po’ di potenza, diciamo il 20%”, aveva dichiarato la Errani sorprendendo non poco gli addetti ai lavori.

Anche Nike, che tra i supplier cura invece l’abbigliamento tecnico, si sfrega le mani. Sara Errani è destinata a scalare ancora il ranking WTA (oggi è la numero 8), non solo a livello individuale dopo il settimo titolo conquistato appunto in Messico.
Anche e soprattutto nel doppio, in coppia con Roberta Vinci, la storia tennistica di Sarita sta scrivendo pagine d’oro. Dopo le vittorie (tra le altre) a Madrid e Roma e il doppio slam Roland Garros-US Open, a gennaio è arrivato anche il successo agli Australian Open sul cemento di Melbourne.
All’appello manca soltanto l’erba di Wimbledon e, siamo pronti a scommetterci, le due portabandiera azzurre ci stanno già lavorando.

By Marco Lorenzi - RTR Sports Marketing Contributor
Nelle foto: Sara Errani con la coppa di Acapulco e in coppia con Roberta Vinci
Pictures from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt