Serie A: Juve e Milan, avanti così. Il Napoli inciampa a Bologna. Inter, che disastro.

 In Calcio, Marketing, Marketing Sportivo, Sponsor, Sponsorizzazioni Sportive, Sport News, Sports Marketing, Sports Partnership

Nel campionato italiano di calcio continua la marcia in testa alla classifica di Juventus e Roma, entrambe vincenti negli anticipi disputati sabato sera, mentre perde punti il Napoli che si fa raggiungere nel finale a Bologna e si trova ora con tre sole lunghezze di vantaggio sulla Fiorentina. A Genova i rossoblù fermano ancora una volta la marcia dell’Inter e Gasperini si prende una bella rivincita nei confronti della sua ex squadra.

Torna a vincere anche il Milan che nella prima di Seedorf batte il Verona a San Siro con un rigore procurato da Kakà e trasformato da Mario Balotelli. Il girone di ritorno inizia dunque con il solito canovaccio con Roma e Juventus che battono rispettivamente Livorno e Sampdoria, dimostrando ancora una volta la loro forza. Più facile il successo dei giallorossi contro una formazione amaranto alla quale il cambio di tecnico, da Nicola a Perotti, non sembra aver dato la giusta voglia di rinascita.

Fa più fatica la Juventus che pure raggiunge la sua dodicesima vittoria consecutiva, perché la Sampdoria di Mihajlovic si conferma squadra difficile da affrontare e la difesa bianconera non risulta esente da pecche, subendo per la prima volta dalla sconfitta di Firenze, più di un goal nella stessa gara. Dopo il 3 – 2 firmato Gabbiadini ed una traversa dello stesso attaccante blucerchiato, risolve definitivamente Pogba.

A Bologna il Napoli va sotto, poi pareggia con un rigore di Higuain e passa in avanti con un goal di Callejon. La formazione di Ballardini rimane anche in 10 uomini ma ci prova sino al termine e Bianchi mette a segno una doppietta che sembra mettere a tacere le ambizioni di risalita immediata di Benitez. Nel posticipo di San Siro c’era molto curiosità per vedere il primo Milan di Seedorf che non ha avuto comunque ancora modo di dare una sua impronta alla squadra con due soli giorni di lavoro. I rossoneri sono comunque apparsi ordinati, e prima di segnare con Balotelli, avevano anche colpito un clamoroso palo con il brasiliano Robinho.

Buona vittoria in trasferta anche per la Fiorentina che mette subito in mostra il neo arrivato Matri, che dopo un goal nelle 15 gare disputate con la maglia del Milan, esordisce con una doppietta, anche se poi deve uscire per un problema muscolare.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Stefan-Bradl-LCRsuper-bowl-XLVIII