In Calcio, Sports Marketing

iniesta_LGCon l’arrivo imminente della Coppa del Mondo 2014, è normale e anche logico che le aziende interessate affinino le loro strategie per il Mondiale di calcio che si terrà in Brasile, un Mondiale in cui ripongono speranza non solo le squadre partecipanti, ma da un punto di vista più commerciale, anche le società che cercheranno di ottenere i migliori ritorni possibili.

Alcune imprese si mostrano con i lustrini, vantando ambasciatori famosi per dare prestigio alle loro campagne a tema ‘Coppa del Mondo’; altre invece cercano di trarre profitto utilizzando proprio i testimonial di queste prime aziende, ma in un modo sottile (anche se in alcuni casi il modo è più che ovvio ed evidente) per ottenere quella notorietà di fronte al pubblico di Brasile 2014 e, incidentalmente , infierire un duro colpo allo sponsor ufficiale dell’atleta.

Questo è il caso di Sony e Andres Iniesta. L’azienda asiatica ha erogato una grossa somma di denaro per ottenere il player internazionale del Barcellona FC , con l’obiettivo di catturare l’attenzione dei fan di tutto il mondo sull’uomo che, con il suo goal, conquistò il titolo mondiale in Spagna nel 2010.

Tuttavia, LG, grande rivale di Sony in molti settori, ha preferito ottenere un ritorno economico dal Mondiale in un modo molto meno gravoso per le sue finanze e possibilmente che sia redditizio tanto quanto, o anche di più, quello di Sony. Utilizzando quindi in maniera (in)diretta l’immagine di Iniesta nelle sue campagne.

LG è uno dei principali sponsor della Nazionale spagnola ed in virtù di questo accordo con la Federazione spagnola, ha il permesso di utilizzare l’immagine dei giocatori scelti da Vicente del Bosque nelle sue campagne di marketing. Di questo LG ha saputo approffittarsene in questa questa ultima per la Coppa del Mondo .

LG avrebbe potuto scegliere come volto visibile della sua campagna qualsiasi altro spagnolo fra tutti i campioni che compongono la squadra nazionale. Tuttavia ha scelto Iniesta per due motivi. Probabilmente perchè è il giocatore più ricordato della passata finale. Ma d’altra parte, se a questo si aggiunge che è anche ambasciatore della Sony, il colpo è duplice. Uno in faccia ai tifosi , per  catturare la loro attenzione e uno in faccia a Sony che vede utilizzare l’immagine di Iniesta da un competitor che non ha sborsato nemmeno un euro per lui.  una lira

E’ proprio il caso di dire che l’ambush marketing sia arrivato… e sembra che non abbia intenzione di andarsene.

Picture from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
bolton_STADIUMjuventus-2014