Superbike: a Laguna Seca è Sykes più Laverty. Bene anche Melandri

 In Motorsport, Superbike
Eugene Laverty

Eugene Laverty

Nelle due gare che si sono svolte sabato e domenica a Laguna Seca per il campionato SuperBike una vittoria a testa per Tom Sykes che si è imposto in gara uno ed Eugene Laverty, al quale è andato il successo in gara 2. Quarto e terzo posto per Marco Melandri in sella alla sua BMW. Gara uno ha avuto bisogno di tre partenze, con due interruzioni per bandiera rossa che hanno movimentato al corsa sul circuito americano.

Il “poleman” Sylvain Guintoli parte bene e si porta dietro Sykes, lottando molto da vicino fin dal primo giro. Parte bene anche Melandri che guadagna quattro posizioni. La gara viene interrotta per la prima volta dopo sei giri per una uscita di pista di Eslick. Si riparte con venti giri da percorrere e c’è il bis di Guintoli, sempre con Sykes e Melandri alle spalle. Il francese fa corsa di testa, ma non riesce a staccare gli avversari, a cui si accodano anche Laverty e Davies, con quest’ultimo ben presto in terza posizione.

Nuovo stop dopo otto giri per l’incidente a Canepa ed Haslam. L’ultima partenza vede Guintoli toccarsi con Sykes, e Davies e Melandri condurre la corsa, poi un errore del francese nel corso di un attacco a Melandri dà il via libera a Sykes, che passa anche Davies quando mancano tre giri alla bandiera a scacchi e va a vincere gara uno, mentre nel corso dell’ultima tornata c’è anche il sorpasso di Laverty ai danni di Melandri che così finisce quarto.

In gara due si assiste invece alla vittoria di Laverty che opera uno scatto imperioso alla partenza, mentre subito dietro il pilota genovese Canepa si rende protagonista con attacchi ripetuti, prima a Guintoli e successivamente a Melandri e Sykes. La foga del giovane italiano lo porta però a sbagliare al secondo giro quando scivola e deve ripartire in coda al gruppo. Sykes passa alla quinta tornata e prova a scappare, mentre dietro Melandri è in lotta con Giugliano, che lo supera ed attacca anche Laverty, passato poi con una staccata al limite.

Negli ultimi giri la lotta si fa incandescente, Laverty riesce a riportarsi in testa mentre anche Giugliano e Melandri superano un Sykes un po’ in affanno con le gomme e gli tolgono punti preziosi per il campionato. Ora il suo vantaggio è di 23 punti su Laverty e 24 su Guintoli, che ha sprecato un’occasione, mentre Melandri segue a 42 punti. Le prossime gare saranno in Francia, dove si corre a Magny Cours nel prossimo weekend.

Redazione RTR Sports
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
ducati dovizioso