Superbike ad Imola, il secondo e il terzo posto sono per la Kawasaki

 In Related News, Superbike

superbike imola 2016I piloti Sykes e Rea riescono a chiudere la giornata rispettivamente secondo e terzo dietro a Davies. C’è stato un problema tecnico per Sykes.

Tom Sykes e Jonathan Rea hanno chiuso la prima giornata del Motul Italian Round che si è svolto all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola rispettivamente al secondo e terzo posto. Di problemi comunque ce ne sono stati, il freno posteriore della Kawasaki di Sykes ha riscontrato problemi tecnici. Il guasto, non si è verificato al motore, come in un primo tempo si era supposto, anche in virtù del precedente di Rea che – lo ricordiamo – ad Assen era stato costretto a cambiarlo nei giri liberi. Sykes ha comunque dimostrato il suo valore anche calcolando i problemi tecnici ed ha riportato un 1’47.347 conquistandolo nel pomeriggio che lo ha condotto dietro a Chaz Davies, che risulta ancora inavvicinabile, e di fronte al suo compagno di squadra Rea, il vantaggio rispetto a quest’ultimo è di circa un decimo. Sykes non ha avuto la possibilità di fare una simulazione completa della gara, ma potrà, nel terzo turno di prove libere, per effettuare alcune regolazioni della fine visto che il set up della moto è buono. Al contrario il compagno di team ha potuto completare la prova sulla lunga distanza e nelle ulteriori prove libere avrà l’opportunità di apportare alcune modifiche prima della Tissot-Superpole.
Sykes ha rilasciato un commento sui problemi riscontrati:
“È un buon risultato il secondo posto nella classifica dei tempi, anche se abbiamo avuto qualche problema con il freno posteriore. Questo ha rallentato il nostro passo, ma abbiamo un buon potenziale e per questo sono felice. Quando ho avuto questo intoppo nella seconda manche, ero un po’ nervoso ma siamo riusciti comunque a migliorare il nostro tempo sul giro. Sono felice per questo. In generale avrei voluto fare un long run, ma penso che siamo vicini a dove vorremmo essere. Questo è positivo. Abbiamo migliorato il tempo sul giro nella sessione del pomeriggio e questo significa che, tutto sommato, dobbiamo essere felici con il secondo miglior crono. Chaz Davies è stato incredibilmente veloce, quindi dobbiamo prestare attenzione a questo e vedere se domani possiamo migliorare. Sento che siamo abbastanza vicini per iniziare Gara1”
Rea invece dal canto suo spiega:
“Abbiamo fatto un long run e stiamo lavorando step-by-step in questo fine settimana, senza fare grandi cambiamenti. Ci siamo concentrati sull’elettronica con Paolo. Sia Paolo e sia Danilo, l’ingegnere di altri dispositivi elettronici, hanno lavorato veramente sodo per darci una buona strategia di freno motore che stiamo sviluppando. Abbiamo fatto una simulazione di gara che ci ha dato molte informazioni. Sembra che possiamo migliorare ancora con questi ulteriori dati e sono abbastanza contento. Ho un buon ritmo e domani faremo un grande lavoro”

A cura di: www.settimanasportiva.it

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Jorge_Lorenzo_2016calcio italiano in crisi