In Superbike

Laverty_Aprilia

L’irlandese Eugene Laverty ha dominato l’appuntamento di Istanbul del campionato mondiale SBK e ha rilanciato prepotentemente le sue aspirazioni iridate, portandosi a soli ventisei lunghezze dal leader Tom Sykes. Le due gare sul tracciato turco sono state dominate dal centauro irlandese che, in sella alla sua Aprilia ha sbaragliato la concorrenza e portato a casa cinquanta punti preziosissimi per il campionato.

Il leader iridato Tom Sykes ha dovuto accontentarsi di un terzo posto in gara uno e della piazza d’onore in gara due, sommando comunque trentasei punti che gli hanno permesso di allungare il suo vantaggio sul francese Sylvain Guintoli, giunto rispettivamente quarto e terzo. Al termine delle due manche dell’Istanbul Park, il britannico Sykes ha portato a otto punti il suo vantaggio su Guintoli.

Il grande sconfitto della giornata è proprio Sylvain Guintoli. Nonostante le ottime prestazioni nelle prove, il francese dell’Aprilia ha conquistato solamente ventinove punti e ha visto il suo distacco dalla vetta aumentare. Il morale del compagno di team di Guintoli, Eugene Laverty, è decisamente opposto:  l’irlandese ha dichiarato pubblicamente di sentirsi nuovamente in corsa per il titolo iridato e che con 150 punti ancora in palio tutto può ancora succedere.

Il britannico Sykes ha cercato di minimizzare la sconfitta, sottolineando come abbia potuto aumentare il suo distacco dal secondo e confidando che i due alfieri dell’Aprilia possano rubarsi punti a vicenda permettendogli di allungare.

Un altro deluso è Marco Melandri, che alla vigilia auspicava una prestazione più aggressiva per poter guadagnare terreno in classifica. Il ravennate ha disputato una buona prima manche, finendo secondo alle spalle di Laverty; in gara due, ‘Macio’ si è però dovuto accontentare del quarto posto, che lo ha fatto scivolare a –33 dal leader Tom Sykes.

Discreta la prestazione di Davide Giuliano, rispettivamente quinto e nono. Incolore invece la gara di Fabrizio, che ha concluso entrambe le manche al decimo posto. Punti iridati anche per Sandi (undicesimo e dodicesimo) e Iannuzzo (dodicesimo e tredicesimo).

Redazione RTR
Pictures from the web
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
Hayden_2013_ducatiJonathan Rea