SuperBike: Ducati Aruba rilancia la sfida per il 2016

 In Superbike


ducati aruba racing 2016Superbike:
 dopo un 2015 memorabile – con la prima vittoria della Panigale R ad Aragon ed il secondo posto nella classifica Piloti e Costruttori – il team Aruba Racing – Ducati ha rilanciato oggi la nuova sfida dal Data Center Aruba di Arezzo, dove l’avventura era iniziata lo scorso anno in Superbike, svelando la nuova livrea delle Panigale R ufficiali di Chaz Davies e Davide Giugliano e stabilendo obiettivi ancora più ambiziosi per il Campionato Mondiale Superbike 2016. 

Nel corso dell’evento sono stati illustrati a media, sponsor e partner del team i programmi sportivi e le novità tecniche per il campionato per moto derivate di serie che inizierà il 28 febbraio a Phillip Island, in Australia. Il progetto riparte all’insegna della continuità, con la conferma dei due piloti Davies e Giugliano, ma anche dell’evoluzione, con diverse novità sia per quanto riguarda lo staff tecnico che per la moto.  

Stefano Cecconi, Amministratore Delegato di Aruba S.p.A e Team Principal: “I ventuno podi e le cinque vittorie nel 2015 ci hanno permesso di chiudere al secondo posto il Mondiale Piloti e quello Costruttori. Una grande soddisfazione per tutti noi, ma non ci accontentiamo e proveremo a fare di più quest’anno. Dal punto di vista organizzativo, la collaborazione con Ducati ha funzionato alla grande e voglio ringraziare tutte le persone coinvolte, anche in Feel Racing. Abbiamo iniziato la stagione sul podio per poi concluderla lottando stabilmente per la vittoria. È da lì che vogliamo ripartire per puntare ancora più in alto, quindi era giusto dare continuità alla struttura. Il 2015 è stato per Aruba un anno record in termini di risultati da tutti i punti di vista e sicuramente ha contribuito anche il progetto Superbike, con tutta la visibilità che ci ha consentito di avere, sia a livello nazionale che internazionale”. 

Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding: “Desidero innanzitutto ringraziare Stefano Cecconi, nostro partner in questa operazione che ci ha dato delle soddisfazioni straordinarie. Abbiamo visto risultati importanti per la squadra, risultati economici importanti per Aruba ed è stato anche l’anno migliore della storia di Ducati. Nel 2015 abbiamo venduto oltre 54.000 moto, un record, con un incremento del 22% rispetto all’anno precedente. E’ un risultato dovuto sicuramente ai molti modelli nuovi lanciati, alla nuova gamma del modello Scrambler, ma anche ai risultati delle gare che sono per tutti i Ducatisti un elemento importante. Voglio sottolineare l’importanza della Superbike per un produttore come Ducati. Correre con una moto strettamente derivata dalla serie ci consente di sviluppare dei prodotti straordinari e la Panigale R è una moto veramente ineguagliata nel settore delle sportive. La Superbike è nel cuore della Ducati e di tutti i Ducatisti”.

Luigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse: “In questi miei primi due anni in Ducati abbiamo cercato di migliorare lo scambio di informazioni tra MotoGP e SBK, cosa che ci ha aiutato a crescere su entrambi i fronti. Per il 2016, il team SBK presenta diverse novità. Abbiamo inserito nell’organico Marco Zambenedetti, ingegnere proveniente dalla MotoGP, e nel box di Giugliano abbiamo portato due persone di grandissima esperienza, Aligi Deganello e Paolo Biasio. La Panigale R è stata ulteriormente evoluta dal punto di vista della ciclistica, dell’elettronica e del motore. Nei test invernali siamo stati protagonisti, cosa che ci consente di iniziare il 2016 con un unico obiettivo: vincere il titolo”. 

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7): “La scorsa stagione è stata ricca di soddisfazioni. Essere stato il primo pilota a portare la Panigale R alla vittoria ha significato molto, non solo per me ma per tutta la Ducati e per i tantissimi Ducatisti in tutto il mondo. Siamo cresciuti costantemente e gradualmente siamo arrivati ad un pacchetto molto competitivo ed efficace. Questa condizione ci ha accompagnato anche durante i test invernali dove, con le ultime evoluzioni di ciclistica ed elettronica, ci siamo concentrati sulla performance sulla lunga distanza. Sono molto fiducioso e non vedo l’ora di iniziare il campionato”. 

Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati #34): “Dopo una stagione difficile, guardiamo avanti con ottimismo. Sono cambiate molte cose, sia sulla moto che nella mia squadra, e ringrazio Ducati per questa opportunità. Con Aligi e Paolo, il mio nuovo capotecnico ed elettronico, abbiamo lavorato tanto e bene, passo dopo passo. Negli ultimi test sono tornato ad essere veloce come i migliori, e quindi sono ottimista e non vedo l’ora di andare in Australia”. 

Press Release Ducati Aruba Racing Team

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
davide_giugliano_2016_ducati-sbk