In Hospitality Eventi Sportivi

Cosa fare, cosa aspettarsi, come organizzarsi quando si riceve un VIP Pass per il Gran Premio più bello del mondo

LA MOTOGP E IL VIP VILLAGE

Se state leggendo queste comunicazioni è perchè state per ricevere un VIP Pass per il MotoGP VIP Village. Il VIP Village, che è ritenuta una delle hospitality sportive migliori al mondo, è il fiore all’occhiello dei servizi corporate della MotoGP. Fisicamente, al Mugello, è una struttura di altissimo pregio collocata sulla cima dell’edificio direzionale del Circuito. A livello di servizi, parimenti, rappresenta il pacchetto più completo e più esclusivo del Motomondiale. Che siate grandi appassionati di motociclismo o semplici curiosi, trascorrere due giorni a contatto con la serie più emozionante del motorsport è uno spettacolo incredibile. Preparatevi dunque, perchè saranno due giorni memorabili: ecco qualche indicazione per viverli al meglio.

pass vip motogp mugello

UN SOSTANZIOSO PROGRAMMA

Il VIP Village è il luogo migliore per godervi tutto lo spettacolo della MotoGP, il dietro le quinte e per rilassarvi nel comfort di un luogo magico. Per comprendere cosa vi aspetta, è sufficiente dare un’occhiata al programma della giornata, davvero ricco e sostanzioso, che potete trovare cliccando su questo linkIl documento mostra gli orari delle attività in pista e della schedule che rispetterà il VIP Village. Alcune attività -come il paddock tour- sono flessibili, altre -come la pit lane walk- no. Vi consigliamo di arrivare subito all’apertura del VIP Village alle 08.30 per assistere a tutte le attività in pista prima della Pit Lane Walk delle 11.50 al sabato e delle 10.05 la domenica. Attenzione anche agli orari del pranzo: potete gustare le prelibatezze degli chef quando desiderate, in modo da non perdervi la FP4 della MotoGP alle 13:30 del sabato e la partenza della classe regina alle 14 della domenica.

IL ROMBO

Le MotoGP sono prodigi della tecnica capaci di erogare anche 300 cavalli e raggiungere i 350 Km/h sul rettilineo. Il loro rombo è musica per gli amanti dei motori, ma anche la buona musica può stancare. Benché le stanze del VIP Village siano insonorizzate vi consigliamo attenzione all’esposizione prolungata al “canto” delle due ruote. Se avete a portata di mano un paio di tappi per le orecchie, indossateli: vi risparmierete una nottata di mal di testa. Non abbiate paura di fare la figura dei neofiti se proteggete il vostro udito: piloti, tecnici, meccanici e ingegneri utilizzano costantemente cuffie anti-rumore e tappi.

IL METEO

Questa è un’indicazione sciocca ma importante. Il Motorsport di svolge all’aperto e ormai ha fatto pace con il maltempo: se c’è il sole, bene, se piove pazienza. Ovviamente il VIP Village è coperto e climatizzato (sia per il caldo che per il freddo), ma attività come il paddock tour e la pit lane walk si svolgono comunque all’aperto ed indipendentemente dai capricci del meteo. Sappiate dunque che Pit Lane Walk, Paddock Tour ed eventuali experiences di contorno verranno condotte “come rain or shine” e che pur essendo liberi di non parteciparvi non verranno ricalendarizzate. 

IL PUBBLICO

“Al Mugello non si dorme” recita il proverbio che accompagna il Gran Premio d’Italia e non vi sarà difficile capire il perchè. Benché il VIP Village sia distaccato da ogni altra area del circuito non mancheranno occasioni per incontrare una folla festante e rumorosa, spesso giallovestita e pittoresca. È parte dello spettacolo e non manca mai di sorprendere con vistosi cartelloni e trovate goliardiche.

I PILOTI

All’interno delle vostre passeggiate nel paddock o in Pit Lane non sarà difficile scorgere piloti MotoGP, Moto 2 o Moto3. Tenete macchine fotografiche e cellulari sempre pronti, ma non ve la prendete se qualcuno non si ferma a firmarvi un autografo o a scattarsi un selfie. Ricordate sempre che per un pilota il weekend di gara è sempre estremamente stressante e le scalette di impegni sono molto rigide.

IL VOSTRO VIP PASS

Riceverete un pass per ogni giorno di Gran Premio, in colorazioni differenti a seconda che il pass sia per la giornata di sabato (silver) o la giornata di domenica (gold). Conservatelo con cura: in qualsiasi momento della giornata vi potrebbe essere richiesto di presentarlo in maniera integra e riconoscibile. Non cedete, non prestate, non dimenticate e non perdete il pass: in caso di smarrimento non ve ne sarà consegnato uno nuovo poichè i pass sono in numero limitato e controllato.

Durante la vostra permanenza all’interno del circuito tenete il pass sempre con voi, in un luogo visibile e siate pronti a presentarlo su richiesta.

Il pass deve essere elettronicamente validato o controllato dal personale all’ingresso e all’uscita delle diverse zone del circuito. Troverete personale di servizio al gate che vi guiderà ogni volta nella procedura. Non uscite/entrate dalle varie aree senza avere validato il vostro pass.

Il vostro Pass dà accesso unicamente alle zone indicate come “VIP” e alle strutture ad esse correlate. Non è possibile, ad esempio, accedere a zone specifiche quali i prati o il paddock. Sui cartelli e sulla apposita segnaletica agli accessi delle varie zone del circuito troverete comunque chiaramente indicati quali titoli d’accesso hanno il permesso di entrare in quella zona. In ogni caso confidate pure sempre sul personale e lo staff che vi circonda: non esitate a domandare loro qualsiasi tipo di informazione e curiosità

VIP VILLAGE DRESS CODE

Non esistono codici di abbigliamento per il VIP Village. Ricordate però che -pur se all’interno di una hospitality di grande prestigio- siete comunque in un contesto sportivo. Consigliamo un abbigliamento smart casual senza formalismi eccessivi: scarpe comode e un vestiario adatto alle temperature di giugno sono consigliati, mentre potete dimenticare giacca e cravatta. Parimenti, benché non formalizzato, non sono graditi look da spiaggia con pantaloni corti, ciabatte, canottiere e similari.

ACCESSORI

Al VIP Village ci sono tutti i comfort che potete desiderare, ma nel bagaglio del perfetto viaggiatore del Motomondiale non mancano mai alcuni “trucchi del mestiere”. Un caricabatterie portatile per la macchina fotografica o il telefono cellulare, un paio di occhiali da sole per proteggersi dal sole di giugno e non essere accecati dal riverbero dell’asfalto, un ombrello pieghevole per i capricci del meteo sopra descritti, un pennarello indelebile per eventuali incontri memorabili nel paddock e una stampa degli orari dei turni di prove e qualifica per essere al posto giusto al momento giusto.

ARRIVO E PARTENZA

Il Mugello è probabilmente il Circuito più bello del mondo, anche grazie alla sua collocazione geografica sull’Appennino Tosco Emiliano. Questa meravigliosa location tuttavia viene pagata con una rete infrastrutturale lontana dalla perfezione nordeuropea dalla quale, fra sabato e domenica, transitano circa 150.000 persone. Insomma, inutile nasconderlo: al Mugello c’è traffico, sempre. Se volete essere in circuito ad un orario utile per seguire lo svolgimento delle prime prove, puntate la sveglia con buon anticipo e non preoccupatevi di arrivare troppo presto: il caffè e i cornetti del VIP Village sapranno essere una buon ricompensa.
Per quello che riguarda l’uscita dal circuito, vi tocca una scelta: potete partire qualche giro prima della fine della gara (riderete quando leggerete queste righe, ma alle 15.10 di domenica 3 giugno 2018 vi ricrederete) o aspettare due o tre ore comodamente seduti al VIP Village e lasciare defluire la parte iniziale del traffico. Una cosa invece va evitata in maniera categorica: mettersi in macchina appena terminata la gara della MotoGP. I tempi di percorrenza potrebbero superare le 8 ore.

NEL DUBBIO, NON FATELO

Infine, e per quanto banale possa apparire, evitate sciocchezze o colpi di testa di qualsiasi genere: come riportato su tutti i materiali di comunicazione, il Motorsport è pericoloso. Per nessuna ragione scavalcate reti, recinzioni, cancelli; non gettate niente sulla pista o nei dintorni di essa, anche se trovate varchi o porte aperte non entrate in aree a cui non avete accesso, non utilizzate accendini o sigarette o sigarette elettroniche dove non consentito. Ricordate infine che dentro il Paddock (e anche fuori) piloti, tecnici e meccanici spesso circolano con scooter e biciclette elettriche: prestate attenzione in qualsiasi momento.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Recent Posts

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt
pass_paddock_motogp-mugello