In Altri Sport

Italbasket

Svegliarsi dal sogno è uno dei momenti più brutti, anche nella notte più stellata. Eppure, lo sapevamo, in cuor nostro, anche se colmi d’eccitazione ed ebbri d’orgoglio. Lo sapevamo che sarebbe stata dura arrivare fino in fondo. Sapevamo che sul nostro cammino ci sarebbero state squadre superiori, abituate, compatte, inossidabili. Ma il sogno ci piaceva e ci avevamo fatto la bocca buona. Per una volta eravamo noi la fiaba bella di questo torneo, eravamo noi quelli con la storia da raccontare, quelli malmessi e scalcagnati che però gli altri temevano e guardavano con sospetto, come i matti del paese, come i randagi. La “banda dei cagnacci“, eccoci qua, con la medaglietta a forma d’osso di Gentile e Aradori e una prima fase da 5-0, belli veri, capaci ancora di fare innamorare il mondo. O almeno quelli a casa.

Siamo chiari, da subito. Andiamo a casa perchè gli altri sono meglio e perchè è giusto così. Perchè in questo sport non si ruba e vince sempre chi è il più forte. E noi saremo bellissimi e orgogliosi, tutto cuore e Belpaese, ma non siamo più forti della Lituania di ieri sera, che ci ha tolto dalle mani proprio la nostra arma più efficace, quel quarto quarto in cui ieri sera non abbiamo segnato per quasi sette minuti. Lituania fra le prime 4 d’Europa, cagnacci a casa. O meglio, fuori dai giochi per la medaglia.

Una consolazione c’è: andiamo a casa a testa alta. E non è un modo di dire, non è una frase fatta. Abbiamo lasciato un segno indelebile su questi europei, per gioco e per carattere. E abbiamo mostrato di essere un bel gruppo, unito, coeso, consapevole dei propri punti di forza e dei lati sguarniti. Più di tutto, è un gruppo di amici, che insieme sta bene per davvero e che ci rappresenta come vuole il vecchio detto, Italiani brava gente.

Ne abbiamo ancora una da giocare, oggi alle 14 contro l’Ucraina. Non conta niente, ma chi vince va ai Mondiali 2014. 

Forza caganacci.

By Emanuele Venturoli
RTR Sports Marketing
Pictures from the web

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Vuoi firmare il tuo migliore accordo di sponsorizzazione?

Dal 1995 aiutiamo le aziende di tutti i settori ad assicurarsi i migliori contratti di sponsorizzazione, collegandole con il meglio degli sport motoristici internazionali. Cliccate sul pulsante sottostante per mettervi in contatto oggi stesso con uno dei nostri specialisti in sponsorizzazioni.

Contatta uno dei nostri specialisti

Emanuele Venturoli
Emanuele Venturoli
Laureato in Comunicazione Pubblica, Sociale e politica all’Università di Bologna, da sempre è appassionato di marketing, design e sport. Già prima di terminare gli studi inizia a lavorare nel marketing sportivo e scopre l’importanza di tutto quello che c’è al di fuori dal campo di gioco. Dal 2012 è in RTR Sports, di cui oggi è Head of Communication e Marketing Officer per i progetti legati alla Formula 1, alla MotoGP e al meglio degli altri sport a motore a due e quattro ruote.
Recent Posts

Leave a Comment

Roger Federer
osmany juantorena