January 19, 2017 Switch to English Version

Quanto vale una gara di MotoGP? Le economie di un Gran Premio

Home / MotoGP / Quanto vale una gara di MotoGP? Le economie di un Gran Premio

quanto costa una motogp

Quanto costa una MotoGP?

Molto spesso, in ottica di marketing del territorio ed economia terziaria generata dallo sport, ci viene chiesto quale sia effettivamente il reale valore generato da un grande evento sportivo all’interno di una comunità o di una provincia/stato. In buona sostanza, come si risponde alla domanda “Ma perchè vale la pena ospitare un mega evento sportivo, con conseguente dispendio di danari, energie e incomodi pubblici?”.

Quanto può costare una MotoGP?

Proprio di questo trattano le righe che seguono, mutuate dal sempre eccellente Moto Matters e pubblicate su Asphalt and Rubber. David Emmett, penna emerita del giornalismo a due ruote, si concentra sull’importanza delle nuove tribune del Circuito di Assen, e sul peso specifico del Gran Premio MotoGP olandese sulle economie locali.

Le nuove Tribune di Assen e l’impatto economico di un Gran Premio MotoGP

“Se non fosse per il Gran Premio di Assen, sarebbe meglio che chiudessi bottega”. Queste sono le esatte parole del tassista che mi ha portato dalla stazione ferroviaria di Assen sino all’omonimo circuito, dove ero atteso per la presentazione del nuovo progetto di ampliamento delle tribune che si svolgerà nei prossimi tre anni.

Queste parole spiegano con sufficiente chiarezza l’importanza della gara olandese sul territorio e, estendendo il concetto, sul valore degli eventi MotoGP all’interno del calendario mondiale. Sempre il medesimo tassista spiega che i guadagni ottenuti durante l’intero weekend di gara significano per lui la differenza fra terminare l’anno di lavoro con un considerevole profitto e andare invece semplicemente alla pari.

La stessa visione delle cose -ovvero che il Gran Premio impatta con decisione i guadagni e le economie del territorio- è anche condivisa da molti membri del governo locale. Uno di questi, con cui ho avuto occasione di parlare, mi ha raccontato che nei suoi anni da studente si manteneva agli studi lavorando saltuariamente per bar e pub della zona. All’epoca questo tipo di locali era così pieno durante il weekend del Gran Premio che proprio in quei giorni si tracciava la linea fra il successo e il fallimento di un certo tipo di business. Lo stesso, inevitabilmente, dicasi per hotel, ristoranti, servizi di hospitality ed altre attività del terziario che conoscono il loro momento più profittevole proprio in quei giorni.

Le economie della MotoGP

L’impatto economico di una gara di MotoGP è imponente. Uno studio del 2012 di Maria Luisa Martì Selva e Rosa Puertas Medina, pubblicato negli Studi Spagnoli di Economia Applicata, ha calcolato il benefit economico derivante dal Gran Premio del 2010 di Valencia, gara finale della stagione (La sponsorizzazione MotoGP come strategia di Marketing per saperne di più).

Gli 80.774 spettatori che secondo le stime ufficiali hanno assistito al Gran Premio (circa 30.000 in meno di quelli di quest’anno) hanno speso più di 5 Milioni di Euro per i biglietti e all’incirca 14.5 Milioni di Euro in hotel, ristorazione, trasporti e merchandising (di cui più di 8 Milioni di Euro in hotel e ristoranti).

Stando a queste cifre, che si riferiscono a 6 anni fa, il semplice weekend di gara valenciano della MotoGP genererebbe lo 0,24% del Prodotto Interno Lordo della Comunitad Autonoma Valenciana, una delle più famose zone turistiche di tutta la Spagna Orientale. Questo spiega bene come mai così tanti fra Stati e Province sono pronti a sobbarcarsi gli oneri di un simile evento e, in molti casi, a sussidiarne i costi.

Tornando al Gran Premio Olandese, il Dutch TT non riceve da organi statali o provinciali superiori fondi per la gara (a differenza del GP di Valencia): il Circuito di Assen paga la “sanctioning fee” ovvero il diritto di ospitare il GP completamente di tasca propria. Tuttavia, Arjan Bos, presidente del Circuito di Assen riferisce di essere giunto ad un accordo con la provincia di Drenthe (ove sorge la pista) per un imponente ampliamento delle tribune e delle strutture.

Da qui al 2021, le facilities del Gran Premio di Assen saranno migliorate o completamente ricostruite lungo tutto il tracciato, con nuove gradinate, nuove tribune, miglioramenti alle zone catering, nuove aree dedicate all’entertainment e una viabilità interna al circuito completamente ridisegnata. Tutto questo set di modifiche non solo andrà a completo beneficio degli spettatori, ma lascerà completamente intatta la percorrenza della storica pista olandese (  marketing sportivo pdf per saperne di più )

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Emanuele Venturoli
Communication Manager per RTR Sports. Appassionato di motorsport, musica e tech.

Leave a Comment

Scrivici

Scrivici un messaggio, verrai contattato al più presto.