In Marketing Sportivo, MotoGP, Motorsports

Come agenzia di marketing sportivo una delle prime domande che ci poniamo quando stiamo guardando un nuovo progetto è se lo sport di cui stiamo discutendo è popolare tra il nostro target. Le persone guardano le gare o le partite in televisione? La serie ottiene la giusta copertura e una sufficiente visibilità mediatica? È possibile, da casa o in movimento, vedere con facilità -e a che prezzo- gli eventi?

Superficialmente si potrebbe pensare che Internet abbia reso tutto più semplice: oggigiorno computer, tablet e persino telefoni consentono ai fan di essere in contatto con i loro contenuti preferiti da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Forse le persone nate prima del 1985 ricorderanno con una punta di nostalgia un’epoca in cui era necessario attendere che le riviste specializzate arrivassero in edicola o che qualche programma sportivo a tarda notte fornisse qualche notizia sui nostri sport oltre confine preferiti. Chi scrive queste righe ad esempio non dimentica un’adolescenza in cui gran parte delle informazioni sportive sui campionati americani era data dalle interminabili collezioni di figurine Upper Deck.

Certamente, sebbene Internet sia sicuramente una risorsa molto potente, è tuttavia da segnalare un consistente problema di “cluttering”,  oltre alla minaccia -inizialmente ignorata- per squadre, eventi e campionati: con una quantità così varia e quasi infinita di contenuti tra cui scegliere, come possiamo essere sicuri che il nostro spettatore sia effettivamente scelga la nostra trasmissione?

Dopo l’entusiasmo iniziale portato dall’arrivo di Internet, è stato infatti chiaro che il buon vecchio televisore non sarebbe scomparso dalle nostre case. Al contrario, schermi più grandi e prestazionali hanno iniziato a comparire nei nostri salotti con frequenza crescenti, alimentati da servizi hi-tech e on-demand come Netflix, Sky, Amazon Prime Video, DAZN e simili.

Infine, e cosa ancora più importante, i professionisti del marketing sportivo e dell’intrattenimento si sono resi conto che gli eventi dal vivo avevano una spinta e un’importanza indiscutibili nel panorama generale: elementi chiave come l’incertezza e l’imprevedibilità rendevano le partite, le gare e gli eventi in diretta enormemente più attraenti e preziose di qualsiasi contenuto in differita (sportivamente parlando).

Ecco dunque il mix perfetto: eventi sportivi in ​​diretta, trasmessi in tutto il mondo e portati in casa da canali TV popolari e servizi digitali ad alte prestazioni su misura.

La MotoGP: dalla pista a 432 Milioni di case nel mondo

Un piano così ambizioso richiede una massiccia strategia di organizzazione, produzione e distribuzione. Il Campionato del Mondo MotoGP è un ottimo esempio di come venga gestita una delle massime serie sportive globali quando si tratta di costruire e condividere un prodotto di intrattenimento di alto livello.

Dorna, titolare dei diritti del Campionato MotoGP, si occupa della produzione e della distribuzione della serie per tutta la stagione. L’azienda spagnola è a dir poco una vera e propria centrale mediatica che gestisce tutte e tre le classi lungo un campionato di 19 round in 5 continenti e 14 paesi. Dorna, oltre ad organizzare e gestire sportivamente il campionato, produce e distribuisce oltre 18 ore di programmazione live per ciascun Gran Premio, elaborate attraverso 66 feed live e più di 180 telecamere, che a loro volte sono gestite e talvolta sviluppate dal personale Dorna stesso.

Il MotoGP Tech Lab e il MotoGP TV Compound possono essere trovati nel paddock ad ogni round per assicurarsi che le varie sfide tecniche e le complessità organizzative siano affrontate e vinte e che anche le emittenti più grandi come Sky Italia, DAZN e BT possano svolgere il proprio lavoro in assoluta libertà.

MotoGP: la produzione dei contenuti

Come accennato, più di 180 telecamere sono in funzione durante un fine settimana di gara, pronte a catturare l’azione al meglio. 28 telecamere 4K HDR si occupano di riprendere la pista: sono montate su impalcature da 50 m e presidiate da 28 operatori supportati da 15 tecnici. 130 microfoni sono poi installati a bordo del circuito per trasmettere il rombo dei motori, mentre l’elicottero sorvola la pista per fornire la vista dal cielo. Più di 100 on-board cameras sono montate sulle 48 moto, oltre a due chest cam che mostrano la emozionante visuale dei piloti. Infine, 13 telecamere RF e 3 telecamere ad alta velocità completano un parco tecnologico in grado di dare vita a ben 66 feed, producendo più di 1.266 ore di contenuti per GP.

Anche la grafica, la telemetria, i moduli heartbeat e altro sono curati da Dorna, e contribuiscono a dare vita a ben 14 Terabyte di contenuti per ciascuna gara, poi consegnati in tutto il mondo tramite fibra e satellite anche grazie al supporto di Tata Communications.

MotoGP: la distribuzione dei contenuti

150 professionisti dei media lavorano senza sosta ad ogni evento per consentire una distribuzione dettagliata e su misura. Il segnale MotoGP TV Live raggiunge più di 200 paesi per un totale di 22.208 ore di trasmissione. 432 Milioni di case nel pianeta sono collegate tramite reti via cavo / satellite mentre, in loco, 11 emittenti televisive, 7 agenzie fotografiche internazionali e 50 organi di stampa si occupano di trasmissioni personalizzate per i mercati più importanti come Regno Unito, Spagna e Italia.

Emittenti televisive

Ecco un elenco non esaustivo delle emittenti più importanti per il MotoGP Live Signal (ovvero dove si possono guardare le gare) in ogni paese.

Country Broadcaster
Italy Sky
Uk BT Sport
Spain DAZN
Indonesia Trans7
Asia Fox Sports
Germany Servus TV
France C8
Belgium Canal +
USA NBC
Portugal Sport TV
Australia Fox Sports
Latina America  ESPN
Benelux Eurosport
Japan G+
Japan Hulu
Indian Subcontinent OSport
Australia 10
Africa SuperSport
Brazil  Fox Sports
Russia motorsport.tv
Czech Republic Slovakia Nova Sport
Greece  CosmoteTv
Thailand PPTV HD
Switzerland SRF
Mexico Espn2
Sweden ViaSat
Poland Polsat Sport

Il MotoGP VideoPass

I fan con una seria dipendenza da MotoGP possono contare anche sull’ottimo MotoGP Video Pass, la piattaforma video online ufficiale della MotoGP.

L’esperienza MotoGP Video Pass, che può essere goduta ovunque da ogni dispositivo in diretta o su richiesta, consente allo spettatore di seguire quattro feed contemporaneamente suddividendo lo schermo e di giocare con diverse configurazioni video per ogni sessione di ogni gara.

Highlights, replay personalizzati e una straordinaria libreria di contenuti MotoGP di prim’ordine sono disponibili per gli abbonati in qualità 1080p.

Se a 199,99 € a stagione il MotoGP Video Pass non è esattamente economico (è molto più costoso di altri servizi OTT simili come il pass campionato NBA e l’NFL Game Pass), è altresì vero che fornisce una delle più complete e divertenti esperienze per i fan o per coloro sempre in movimento.

MotoGP in pista

Mai stati in pista? No? Beh, dovreste, almeno una volta. Perché non c’è niente come il brivido e l’emozione di sentire per la prima volta il ruggito di una MotoGP. Il suono dei motori, la velocità ipnotizzante, l’odore della gomma bruciata e la vista gloriosa dei migliori circuiti del mondo: nulla, dal punto di vista emotivo, regge il confronto come una giornata alle corse. Perchè un Gran Premio è sempre, e prima di tutto, una vera festa. Con decine di migliaia di persone che urlano dagli spalti o dai prati, le bandiere che sventolano, i chioschi della birra e i fast food, gli eventi MotoGP sono tutto un weekend di completo divertimento a tutto tondo.

Non sorprende quindi che l’80% degli spettatori del circuito arrivi in media in circuito in un gruppi di 4 e affermi di volere tornare sicuramente anche l’anno successivo.

Per coloro che invece sono alla ricerca di un weekend più glamour, lontano dalla baraonda dei prati, la soluzione si chiama MotoGP VIP Village.

Il MotoGP VIP Village rappresenta l’eccellenza dell’ospitalità su due ruote e una delle migliori hospitality sportive al mondo. Progettato per soddisfare le aspettative dei clienti privati ​​e aziendali di alto livello, il MotoGP Vip Village unisce l’emozione dell’azione e il comfort di un resort a cinque stelle. Viste mozzafiato, terrazze che guardano direttamente l’asfalto del circuito, tour del Paddock e Pit Lane Walk si uniscono a una sontuosa esperienza enogastronomica e ad altri vantaggi come il parcheggio in circuito per un fine settimana davvero da ricordare.

Fonte: Dorna / CSM International Gmbh / Nielsen Sports / Zenith Media
Emanuele Venturoli
Communication Manager for RTR Sports Marketing. A degree in Communication at the University of Bologna and a passion for sport brought me where I'm today.
Recent Posts

Leave a Comment

Let's get in touch!

Can't find what you're looking for? Send us a quick message and we'll get back to you in minutes.

calendario motogp 2021