In Formula 1, Formula1

Il Web3 non è così complicato come si può pensare, il suo legame con la Formula 1 ci impone di capire di cosa si tratta anche perchè il Web3 moltiplicherà le opportunità (imperdibili) per le aziende che vogliono investire in Formula 1.

La F1 ha recentemente registrato 8 marchi che coprono le seguenti aree:
Criptovalute + NFT, Mercati di NFT + criptovalute, Negozi al dettaglio di beni virtuali, Transazioni finanziarie blockchain e  Trading e mining di criptovalute. E’ evidente che ha in programma di immergersi completamente nell’ecosistema del Web3.

Nel 2021, la popolare piattaforma di scambio di criptovalute Crypto.com è diventata partner ufficiale della Formula 1 con un accordo da 100 milioni di dollari. Questo dimostra che il legame tra il Web3 e gli sport motoristici è più forte che mai. Se si considera questo dato e il fatto che 10 delle 10 squadre di F1 sono sponsorizzate da un’azienda Web3, è chiaro che la finestra per altre aziende di seguire l’esempio è davvero aperta. È una finestra di opportunità che non potete permettervi di perdere, e noi di RTR Sport siamo a disposizione per dare alla vostra azienda il miglior aiuto nel compiere i passi verso l’investimento in F1 o Sponsorizzazione della MotoGP.

Ma cos’è in realtà il Web3? Il Web3 è essenzialmente una nuova iterazione del web mondiale. Prima c’era il Web1, che era la “prima versione” di Internet,  “di sola lettura” e costituito da contenuti creati da governi e grandi aziende. A questa è seguita la versione Web2, che rappresenta il web mondiale per come lo conosciamo oggi. È più sviluppato di Web1 perché offre maggiore autonomia: molti dei contenuti sono generati dal pubblico. È possibile creare la propria piattaforma utilizzando Web2. I migliori esempi sono le piattaforme di social media come Youtube, Twitter, Facebook ecc. La transizione dal Web2 al Web3 può essere descritta come il passo successivo alla decentralizzazione di Internet.

La concessione di una maggiore autonomia all’utente ha aperto le porte a nuove opportunità per chi opera nel campo del marketing sportivo e ha portato a un aumento delle aziende Web3 che sponsorizzano squadre sportive/atleti. In particolare attraverso l’utilizzo di NFTcriptovalute le aziende hanno sperimentato modi nuovi  di costruire relazioni con i consumatori. D’altra parte, le società di criptovalute hanno sponsorizzato sport a livello mondiale per rafforzare l’ awareness e la lpromessa di un sistema bancario più sicuro e protetto. È importante che queste aziende si guadagnino la fiducia degli utenti per contribuire all’evoluzione del web mondiale, molte hanno deciso di farlo utilizzando lo psort per comunicare.

Cosa rende il collegamento Formula 1-Web3 così speciale?

Il Web3 è il settore in più rapida crescita negli sport motoristici, soprattutto nella Formula 1. Il motivo è che il pubblico globale della Formula 1 è assolutamente in linea con quello degli utenti delle criptovalute , giovane e attento alle nuove tecnologie che usa perfettamente.  Le criptovalute rappresentano un modo più semplice per trasferire denaro in tutto il mondo, poiché utilizzano la tecnologia blockchain crittografata per effettuare i trasferimenti, eliminando così l’intermediario (una banca centralizzata). Quindi, quale modo migliore di promuovere questo aspetto se non sponsorizzando uno sport visto dai fan di tutto il mondo che incarna perfettamente i valori di tecnologia, affidabilità e modernità? Una ricerca della società di analisi globale Nielsen Sports ha rilevato che 1 miliardo di persone ha dichiarato di essere interessato alla F1 entro aprile 2022. L’aspetto più significativo, tuttavia, è che la maggior parte della crescita dell’audience è stata guidata dalla fascia d’età compresa tra i 16 e i 35 anni, rendendo la F1 il partner perfetto per le società di criptovalute che pongono l’accento sul futuro di Internet.

Oltre a un pubblico globale, la natura altamente tecnologica della F1 la rende lo sport ideale per la crescita delle aziende Web3. I team di F1 sono costantemente alla ricerca di nuovi modi per ottenere quel vantaggio importante sulle squadre rivali, e questa competizione spinge all’innovazione. Ciò si allinea perfettamente con quanto sta accadendo nel mondo Web3, con le aziende protagoniste che  stanno cercando i modi migliori per utilizzare gli strumenti di Web3, come gli NFT, per offrire nuovi ed entusiasmanti plus ai loro consumatori.

E gli NFT in F1?

Oltre alle criptovalute, la Formula 1 studierà come sfruttare al meglio la rapida ascesa degli NFT. Un recente studio di Deloitte prevede che le transazioni NFT genereranno 2 miliardi di dollari entro la fine del 2022, il che rappresenta un’enorme opportunità per la F1.

Gli NFT sono un tipo di asset crittografico costruito sulla blockchain di Ethereum: i trasferimenti di NFT vengono effettuati principalmente utilizzando la criptovaluta Ethereum. Inizialmente, si può pensare che siano simili alle carte collezionabili, molto amate dai bambini. Tuttavia, il fatto che gli NFT siano digitali ha fatto sì che le aziende aggiungessero molte caratteristiche interessanti ai loro NFT per distinguersi in un mercato in continua espansione. Simili al merchandising, offrono ai tifosi nuovi modi per sostenere le loro squadre/atleti preferiti. In sostanza, consentono ai fan di possedere i loro momenti preferiti, come dimostra la collaborazione di Aston Martin con Crypto.com, che ha prodotto NFT delle loro nuove auto che scendono in pista per la prima volta.

È interessante notare che la partnership Aston Martin-Crypto.com prevedeva un “drop NFT” in cui i fan potevano raccogliere diverse parti dell’auto, e la quantità di parti dell’auto che venivano raccolte permetteva ai possessori di posizionarsi su diversi livelli. Questi livelli corrispondevano a diversi premi, tra cui codici sconto, merchandising della squadra e persino biglietti per eventi esclusivi. Questo è solo un esempio del perché il collegamento Web3-F1 ha senso, ha abbattuto le barriere e ha dato ai team/atleti nuovi modi per avvicinarsi ai loro fan e rendere lo sport che conosciamo e amiamo ancora più emozionante.

E poi…?

Come avete letto, se la vostra azienda è coinvolta nel mondo del Web3, i vantaggi di investire nella Formula 1 sono enormi. Vi permette di attingere a un pubblico in continua espansione e di allineare la vostra azienda a uno sport fortemente orientato al futuro. Meglio ancora, si ha la sensazione che stiamo solo scalfendo la superficie. Se si guarda ad altri sport come a un modello da seguire per la partnership Web3-F1 possiamo essere entusiasti.

È stato recentemente siglato un accordo ventennale da 700 milioni di dollari per i diritti di denominazione dello Staples Centre (meglio conosciuto come la casa dei Los Angeles Lakers e dei Los Angeles Clippers). L’arena, famosa in tutto il mondo, sarà ribattezzata Crypto.com Arena. L’accordo presenta vantaggi per entrambe le parti coinvolte: la AEG, proprietaria dello Staples Centre, ovviamente incasserà un’enorme somma di denaro, mentre Crypto.com avrà visibilità nello sport più popolare d’America. La grande visibilità contribuirà ad aumentare la fiducia dei consumatori, poiché i tifosi sono più propensi a fidarsi di un’azienda che vedono associata alla loro squadra sportiva preferita. Questa maggiore fiducia è fondamentale per le aziende Web3, che negli anni sono state guardate con grande sospetto dal pubblico, incerto se credere o meno alle affermazioni secondo cui Web3 è il futuro del nostro web. La partnership Web3-Sport è vincente: coinvolgete la vostra azienda nella F1 prima che la nave molli gli ormeggi.

Recent Posts

Leave a Comment

formula-1-sponsorshiptavola-da-disegno-1
cappello-f1