In Formula 1
Alonso-podio-monza

Alonso-podio-monza

Vettel, 10

Primo venerdì, primo sabato, primo domenica, sesta vittoria in stagione, mai un momento di difficoltà. Difficile dare un voto più basso a chi, obiettivamente, è stato autore di un weekend perfetto. Ha una vettura straordinaria e mostra una maturità non da poco, anche davanti ai fischi brianzoli. Una certezza: il Mondiale lo può perdere solo lui, ma sarà difficile. INARRIVABILE

Alonso, 8

Gran pilota, non si discute, ma certi atteggiamenti da prima donna possono infastidire. A tal proposito, si veda il commento via radio del sabato e il teatrino sul podio con la macchina fotografica. In pista è un leone e il sorpasso su Webber è già negli highlights della stagione 2013. Il problema è che non è sufficiente per il primo gradino del podio. DIVA

Massa, 8 1/2

Proprio nel weekend del probabile addio alla rossa, Felipe scompiglia le carte con una prestazione maiuscola. Che sia gesto di stizza o d’orgoglio, il brasiliano fa meglio del compagno in qualifica e parte come una fucilata. Se, per puro caso, fosse riuscito a mettere le ruote davanti a quelle di Vettel alla prima curva, avremmo visto un altro GP. Poi fa strada al grande capo spagnolo e perde una posizione con il pit stop. Peccato perchè era da podio. CUOR DI LEONE

Webber, 7 1/2

Ricorda alla compagnia che in macchina, volente o nolente, ci sa ancora andare. Non è esattamente che brilli per grinta, anzi (vedi sorpasso di Alonso), ma si conquista un podio che è esemplificativo della sua carriera in F1. Più lento del compagno di squadra, ma più veloce di molti altri. Certo, la macchina aiuta, ma lui ci mette del suo. GENUINO

Hulkemberg, 9

Arrivare quinto con la Sauber a Monza è un po’ come vincere il Tour de France in sella ad una Graziella. Se poi ci mettiamo che in qualifica il ragazzino si è piazzato terzo abbiamo una buona misura del capolavoro di Nico di questo weekend. La partenza non è il suo forte, ma forse c’è anche tanto nervosismo nell’avere dietro vetture più blasonate. All’arrivo è felice come un bimbo al Luna Park. L’aria lombarda gli fa bene. MADUNINA

Ricciardo, 8

Quando tutti pensano che l’australiano sia arrivato qui sulle ali messe dalla chiamata in Red Bull (come vuole la pubblicità), Daniel piazza la cugina di Faenza al settimo posto guadagnando punti importanti per il Mondiale. Non è che ci han visto bene anche questa volta? PRESCELTO

Hamilton, 7

E’ un voto figlio del weekend nel complesso. Male in qualifica, benissimo in gara, dove regala traversi e sorpassi che manco nel kart. In qualifica sbaglia lui -e ha l’umiltà di chiedere scusa- poi la domenica pare indemoniato. Il sorpasso all’esterno su Raikkonen è per palati finissimi. ONE MAN SHOW

Rosberg, 6

6 come la piazzola di partenza, 6 come la posizione all’arrivo, 6 come voto principe alla prestazione senza infamia e senza lode di Nico. Una gara normale con una Mercedes normale all’interno di un weekend normale. Mah, pare che ogni tanto gli manchi la voglia. SONNO 

Vergne, SV

Siamo onesti, il ragazzo ha una bella sfiga in terra monzese. Dopo una prima parte di gara perfetta, parcheggia la Toro Rosso a bordo pista per un guasto alla trasmissione. Poi, come un passante qualsiasi, la guarda da dietro un guardrail. Occhio, la grande madre Red Bull gli ha preferito il compagno di squadra, ma JEV male male non è. ROGNA

Raikkonen, 5

Accende e spegne l’interruttore del talento con una cadenza preoccupante. Male in qualifica, parte a razzo, si trova Perez misteriosamente davanti alla prima curva. Gli va addosso e  spacca tutto. Rientra e per cinque giri è la roba più veloce di tutta la Brianza. Poi nanna. Poi di nuovo supersonico. Poi infilato da Hamilton. Insomma, alla fine è fuori dai punti. Sul talento non si discute, ma… DISTRATTO

Sei interessato alla sponsorizzazione? Parliamone!

Compila il form qui in basso per ricevere notizie e aggiornamenti sul mondo del marketing sportivo, o per richiedere una consulenza.
Un membro del nostro staff ti ricontatterà in pochi minuti.

Vuoi firmare il tuo migliore accordo di sponsorizzazione?

Dal 1995 aiutiamo le aziende di tutti i settori ad assicurarsi i migliori contratti di sponsorizzazione, collegandole con il meglio degli sport motoristici internazionali. Cliccate sul pulsante sottostante per mettervi in contatto oggi stesso con uno dei nostri specialisti in sponsorizzazioni.

Contatta uno dei nostri specialisti

Emanuele Venturoli
Emanuele Venturoli
Laureato in Comunicazione Pubblica, Sociale e politica all’Università di Bologna, da sempre è appassionato di marketing, design e sport. Già prima di terminare gli studi inizia a lavorare nel marketing sportivo e scopre l’importanza di tutto quello che c’è al di fuori dal campo di gioco. Dal 2012 è in RTR Sports, di cui oggi è Head of Communication e Marketing Officer per i progetti legati alla Formula 1, alla MotoGP e al meglio degli altri sport a motore a due e quattro ruote.
Recent Posts

Leave a Comment

raikkonen_ferrari
Alonso_antidoping