In Formula 1, Formula1

Mario Andretti: una vita per la velocità

Mario Andretti è uno dei più grandi piloti automobilistici di tutti i tempi. Nato il 28 febbraio 1940 a Montona, in Italia, Andretti è cresciuto negli Stati Uniti, dove si è trasferito con la sua famiglia all’età di quattordici anni. Da allora, la sua vita è stata dedicata alla velocità e alla competizioni automobilistiche.

La carriera di Andretti inizia nel 1959, quando inizia a correre in piccole competizioni locali. Nel 1964, Andretti viene notato dal proprietario della squadra di corse americana Dean Van Lines, che lo assume per guidare la sua macchina nelle gare di monoposto. Da quel momento in poi, Andretti non si ferma più.

Negli anni ’60 e ’70, Andretti domina la scena automobilistica americana, vincendo quattro volte il campionato USAC National Championship e ottenendo vittorie in importanti gare come la 500 Miglia di Indianapolis nel 69 e la 12 Ore di Sebring. Nel 1978, Andretti diventa il primo pilota americano, e per il momento l’unico, a vincere il Campionato del Mondo di Formula 1, conquistando il titolo con la Lotus.

Ma la carriera di Andretti va avanti. Nel corso degli anni ’80, Andretti si concentra sulle corse di durata, partecipando a gare come la 24 Ore di Le Mans e la 12 Ore di Daytona.

Oggi, Mario Andretti è un’icona nel mondo dell’automobilismo. Ma non è solo la sua abilità come pilota a renderlo così rispettato. È soprattutto la sua passione per il motorsport e il suo impegno costante per migliorare continuamente che lo hanno reso eccezionale.

mario andrettiLa Formula 1

Andretti ha debuttato in Formula 1 nel 1968 con la squadra Lotus, e durante gli anni ha guidato per diverse scuderie tra cui Ferrari, Alfa Romeo e McLaren. Ha ottenuto un totale di 12 vittorie, 18 pole position e 86 podi.
La vittoria del Campionato del Mondo del 1978 è stata senza dubbio il momento culminante della carriera di Andretti in Formula 1. Quell’anno, Andretti ha vinto sei gare e ha ottenuto nove pole position, superando gli altri piloti e conquistando il titolo con un margine di 13 punti sul suo più vicino rivale, il pilota svedese Ronnie Peterson, suo compagno di squadra, purtroppo deceduto nel Gp d’Italia a Monza.

La vittoria del Campionato del Mondo di Formula 1 di Andretti è stata una grande conquista, non solo per lui ma anche per Colin Chapman, patron della squadra, a cui il titolo sfuggiva dal 1973. Andretti è stato elogiato per la sua abilità di guida e la sua determinazione, e la sua vittoria è stata vista come un trionfo per tutti gli americani che avevano sognato di conquistare il Campionato del Mondo di Formula 1 e che da allora non ne sono più stati capaci.

Dopo il trionfo

Dopo la vittoria nel mondiale di Formula 1 del 1978, Andretti ha continuato a correre in questa classe per molti anni, ottenendo altre vittorie e podi. La sua attenzione si è rivolta anche ad altre categorie come la NASCAR e le corse di durata.

Andretti, un cognome che significa corse d’auto

L’impatto di Andretti nel mondo delle corse è ancora forte, e il suo nome rimane un simbolo di velocità e di successo. La sua famiglia è profondamente coinvolta nel mondo delle gare automobilistiche. I suoi figli, Michael e Jeff, sono stati entrambi piloti vincenti. Michael ha vinto il Campionato CART (Championship Auto Racing Teams) nel 1991, mentre Jeff ha gareggiato nella NASCAR (National Association for Stock Car Auto Racing).

La figlia di Michael, Marissa, ha iniziato a correre in kart all’età di otto anni ed oggi è il VP del team Andretti Autosport oltre ad essere il Managing Director di Andretti Technologies.

E suo nipote, Jarett, sta seguendo le orme della famiglia, gareggiando al momento per Andretti Autosport nel campionato IMSA nella classe LMP3.

mario andretti

Andretti Autosport, la velocità nel DNA

Andretti Autosport, è il racing team fondato da Michael Andretti, figlio di Mario Andretti, nel 2003. La squadra ha sede ad Indianapolis, Indiana, e compete in molte categorie di corse automobilistiche, tra cui la IndyCar, la Formula E, la Formula Americas, la Superstar Racing Experience e il Rallycross. Il Team ha vinto numerosi titoli e gare in queste categorie, consolidando la sua reputazione come una delle squadre più forti e competitive negli Stati Uniti.

Andretti Autosport ha avuto anche un notevole successo in Formula Indy, la serie di corse americana che è stata fondata per essere un’alternativa alla Formula 1. La squadra ha vinto il Campionato di Formula Indy nel 2004 Tony Kanaan, nel 2005 con Dan Wheldon, nel 2007 con Dario Franchitti e nel 2012 con Ryan Hunter-Reay . Inoltre, la squadra ha vinto anche la celebre 500 miglia di Indianapolis cinque volte, nel 2005 con Dan Wheldon,nel 2007 con Franchitti nel 2014 con Ryan Hunter-Reay nel 2016 con Alexander Rossi e con Takuma Sato nel 2017.

Uno dei punti di forza di Andretti Autosport è la sua capacità di sviluppare e formare giovani talenti. La squadra ha lanciato la carriera di molti piloti, tra cui Danica Patrick, Marco Andretti (figlio di Michael e nipote di Mario), Carlos Munoz, Zach Veach e Colton Herta.

In sintesi, Andretti Autosport è uno dei team più importanti e rispettati negli Stati Uniti, con un ricco patrimonio e una lunga tradizione di successo. La squadra continua ad essere un’importante forza nelle corse automobilistiche in America e nel mondo, e il suo nome rimane un simbolo di eccellenza e di impegno nel motorsport. Al Momento Andretti Autosport sta verificando la fattibilità di un suo ingresso in Formula1

I record di Mario

Mario Andretti detiene ancora numerosi record nel motorsport, nonostante sia passato molto tempo dalla fine della sua carriera agonistica. Ecco alcuni dei più importanti.

  • Andretti è stato Campione del Mondo di Formula 1 nel 1978, un risultato che lo ha reso il primo ed unico pilota di nazionalità americana a vincere questo campionato.
  • Andretti è stato il primo pilota ed uno dei soli tre, insieme a Dan Gurney e a Juan Pablo Montoya,  ad aver vinto gare in Formula Uno, IndyCar, World Sportscar Championship e NASCAR.
  • Secondo maggior numero di partenze in Formula Uno per un pilota americano (dietro a Michael Andretti)
  • Unico pilota ad aver vinto la 500 Miglia di Daytona, la 500 Miglia di Indianapolis e un Campionato del Mondo di Formula Uno.
  • Maggior numero di vittorie IndyCar su percorsi stradali (42 vittorie)
  • Terzo maggior numero di vittorie IndyCar di tutti i tempi (dopo A.J. Foyt e Scott Dixon)

Le vittorie

  • Di seguito una lista, non esaustiva, dei successi che Mario Andretti ha centrato in pista:
  • 1965 Campione nazionale USAC
  • 1966 Campione nazionale USAC stock car
  • Vincitore della 500 miglia di Indianapolis nel 1969
  • 1978 Campione del mondo di Formula Uno
  • 1984 Vincitore della 500 miglia di Daytona
  • Vincitore della 12 Ore di Sebring (1967, 1970, 1972, 1973)

Carriera in Formula Uno:

  • 128 partenze, 12 vittorie, 18 pole position, 32 podi e 1095,5 punti.
  • Primo americano a vincere una gara di Formula Uno (1971, Gran Premio del Sudafrica).

Carriera IndyCar:

  • 407 partenze, 52 vittorie, 32 pole position e 6911 punti
  • Campione IndyCar 1974, 1975 e 1987
  • 1981 Campione CART

Altri successi:

  • 1967 Vincitore della Daytona 500
  • 4 volte campione della International Race of Champions (IROC)
  • 3 volte campione USAC Gold Crown
  • Campione nazionale di Dirt Track nel 1972 e 1974
  • Vincitore della Race of Champions nel 1977 e 1979
  • Membro della International Motorsports Hall of Fame e della Motorsports Hall of Fame of America.

 


Pictures, top to bottom:

  • Mario Andretti – Lotus 80 enters Rascasse at the 1979 Monaco Grand Prix, Martin Lee, Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0
  • Mario Andretti – Lotus 79 at Druids at the 1978 British Grand Prix, Martin Lee, Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0
Vuoi firmare il tuo migliore accordo di sponsorizzazione?

Dal 1995 aiutiamo le aziende di tutti i settori ad assicurarsi i migliori contratti di sponsorizzazione, collegandole con il meglio degli sport motoristici internazionali. Cliccate sul pulsante sottostante per mettervi in contatto oggi stesso con uno dei nostri specialisti in sponsorizzazioni.

Contatta uno dei nostri specialisti

Emanuele Venturoli
Emanuele Venturoli
Laureato in Comunicazione Pubblica, Sociale e politica all’Università di Bologna, da sempre è appassionato di marketing, design e sport. Già prima di terminare gli studi inizia a lavorare nel marketing sportivo e scopre l’importanza di tutto quello che c’è al di fuori dal campo di gioco. Dal 2012 è in RTR Sports, di cui oggi è Head of Communication e Marketing Officer per i progetti legati alla Formula 1, alla MotoGP e al meglio degli altri sport a motore a due e quattro ruote.
Recent Posts

Leave a Comment

I migliori piloti della Formula 1: Mario Andretti, RTR Sports
red bull racing Formula 1 sponsorship