In MotoGP

 

La stagione 2022 della MotoGP è già entrata nel vivo dell’azione e ci fa piacere presentare, anche quest’anno, una guida aggiornata e completa di tutti gli sponsor e partner dei team principali che partecipano al più longevo campionato motoristico del mondo.

 

Perché lo abbiamo fatto

Il nostro intento è quello di rappresentare lo stato dell’arte delle sponsorizzazioni sportive nella MotoGP 2022, e quindi delle aziende che investono nella classe regina delle due ruote. Tale risultato è frutto di un’approfondita ricerca svolta attraverso il recupero di informazioni sui siti web delle squadre e delle aziende stesse.

Ci teniamo a sottolineare che si tratta di uno studio totalmente indipendente; una vera e propria fotografia del mercato ad oggi.

Accompagnato alle varie tabelle, troverai una descrizione dettagliata di tutte le squadre basata su ricerche specifiche riguardo la storia, l’andamento della passata stagione e quella in corso. Per ogni sponsor abbiamo indicato il settore merceologico nel quale operano le varie aziende. Riteniamo sia una caratteristica importante da indicare, a dimostrazione di quanto ampio e variegato sia il panorama dei settori merceologici coinvolti in questo specifico settore sportivo. Noterai certamente che grandi, medie e piccole realtà imprenditoriali, nazionali e internazionali, coesistono, investono e sfruttano le sponsorizzazioni sportive nella MotoGP come strumento strategico di marketing e comunicazione.

 

MotoGP: grande aggregatore di mercati

Una premessa prima di entrare nel vivo.

Non tutte le squadre attribuiscono titoli ben definiti alle aziende investitrici (come “Title sponsor”, “Official sponsor” o “Partner”). Per questo motivo, ci siamo permessi di catalogare ogni azienda in modo autonomo (comunque secondo l’ordine illustrato dai team) e non per forza con il titolo ufficiale esplicitato nel singolo contratto di sponsorizzazione.

Sommando tutti i programmi di sponsorship, possiamo contare più di 270 voci (276 per la precisione). Ciò non indica il numero di sponsor totale in MotoGP, poiché un singolo marchio può comparire in più di una squadra come nel caso di Akrapovic, Michelin, Beta e molti altri.

Tra queste voci, 57 rientrano nel settore dell’intrattenimento/food & beverage/abbigliamento, andando ad occupare circa il 21% sul totale delle sponsorizzazioni. Altre 78 imprese, catalogate con l’etichetta di servizi generici (sia per il pubblico, sia in ambito lavorativo) hanno deciso di investire nel motorsport, andando ad occupare il 29%. Chi fa da padrone in questa classifica non poteva che essere l’industria tecnica: 137 aziende ingegneristiche (dai fornitori di componentistica fino ai distributori petroliferi) investono in uno degli sport più estremi ed adrenalinici del globo, coprendo il 50% degli slot di sponsorizzazione attualmente attivi per ogni squadra.*

Questa guida dimostra come il Motomondiale possa essere la piattaforma di comunicazione ideale sia per grandi aziende internazionali che realtà più piccole, o magari per quelle interessate solo al proprio territorio. Ci sono tante opportunità di sponsorizzazione: i pacchetti sono flessibili e le offerte possono essere costruite e adattarsi alle differenti esigenze delle singole aziende.

 

Inizia oggi la tua sponsorizzazione sportiva

I numeri della MotoGP dimostrano la “bontà” della property in termini di visibilità (con picchi di 472.000 spettatori globali**), business (opportunità B2B) e prestigio (cerchia ristretta di imprese). Sponsorizzare un team, o diventarne partner, consente alle aziende di ottenere una serie di diritti di marketing e sfruttarli in tutte le attività di comunicazione. Significa avere a disposizione la squadra (nel nostro caso, i piloti) per attività funzionali alla tua idea di business. Sarà inoltre possibile fare una comparazione pratica (con prezzi reali) tra il costo di una sponsorizzazione (che apre al mondo delle attivazioni) ed i suoi benefici rispetto ad una campagna di advertising classico nelle medesime circostanze.

Ti piacerebbe essere riconosciuto a livello internazionale ed entrare a far parte di un’élite? Affidati a RTR Sports Marketing per una consulenza su misura adatta alle tue esigenze. Nessuno meglio di un’agenzia con più di 25 anni di esperienza nel settore saprà consigliarti, indirizzarti ed accompagnarti in questo percorso solo apparentemente privo di insidie.

Non esitare a contattarci su info@rtrsportsmarketing.com per ulteriori informazioni.

 

 

Aprilia Racing

Tra le categorie piloti e costruttori, la divisione sportiva di Aprilia ha ottenuto 56 titoli mondiali nelle varie specialità motociclistiche. Il 2021 ha visto iniziare la stagione con a bordo Aleix Espargarò e Lorenzo Savadori, per poi assistere all’ingaggio di Maverick Viñales ad agosto. Il 29 di quello stesso mese sul circuito di Silverstone, Espargarò regala il primo podio di sempre nella massima serie per il suo team arrivando terzo. La stagione si conclude con un sesto posto in classifica costruttori. Finita la collaborazione con il Team Gresini, il 2022 inizia in Argentina con pole position e prima vittoria in MotoGP sia per Espargarò che per Aprilia.

 

Ducati Lenovo Team

Sin dalla sua prima edizione, Ducati partecipa nella più importante serie a due ruote del pianeta dal 1988 e ha vinto 17 titoli mondiali su 23 a disposizione fino al 2019. In classifica piloti, quelli che hanno usufruito di un mezzo targato Ducati hanno portato a casa distinti risultati in ben 14 occasioni (uno su tutti, “King” Carl Fogarty con 4 titoli). Il 2021, con Francesco Bagnaia e Jack Miller, non ha portato tutti i risultati sperati nonostante la miglior moto in griglia ed il titolo costruttori, oltre al monopolio Pramac tra gli indipendenti sia con piloti che costruttori. Il 2022 vede l’ingegneria di Borgo Panigale al servizio dei team Gresini e VR46, oltre agli stabili Ducati e Pramac.

 

Gresini Racing MotoGP

Gresini Racing è una squadra motociclistica italiana fondata nel 1997 da Fausto Gresini, che l’ha diretta fino alla sua scomparsa a causa del COVID-19. Il 2021 segna un ritorno alla lenta normalità per il team di Faenza e per l’intero paddock MotoGP. Impegnato in tutte le categorie, ottiene una buona stagione nella massima serie e ritrova la vittoria in Moto2 cinque anni dopo Lowes grazie ad una splendida cavalcata di Di Giannantonio a Jerez. Non mancano podi in Moto3 anche di Jeremy Alcoba e Gabriel Rodrigo, e il terzo posto nel mondiale di Matteo Ferrari in MotoE. Ottimismo per il 2022, con la squadra formata da Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio.

 

LCR Honda

Il Team LCR (Lucio Cecchinello Racing) nasce nel 1996 quando Lucio decide di fondare un proprio team seguendo le orme di altri campioni di corse che con successo hanno fatto lo stesso. Partendo semplicemente da due meccanici e un furgone, negli anni il Team LCR ha continuato a crescere trasformandosi in una struttura complessa e altamente organizzata. Dopo nove anni nella classe 125cc e cinque anni nella classe 250cc, LCR gareggia attualmente nella classe MotoGP (dal 2006) con due piloti e 46 collaboratori altamente qualificati provenienti da 13 paesi diversi. Dopo un 2021 carente di risultati, il 2022 inizia con buoni propositi e la conferma dei piloti Alex Marquez e Takaaki Nakagami.

 

Monster Energy Yamaha MotoGP

Yamaha Racing è la divisione sportiva dell’azienda motociclistica Yamaha Motor. La Yamaha si è impegnata nel mondo delle corse fin dall’anno di nascita, nel quale vinse la 3ª edizione. L’anno passato è stato trionfale con Fabio Quartararo: il 22enne è diventato campione del mondo alla sua terza stagione nella massima classe del Motomondiale, titolo che mancava nel box Yamaha da 7 anni. Riusciranno a ripetersi nel 2022 con il neo-vincitore francese e Franco Morbidelli alla guida?

 

Mooney VR46 Racing Team

Il “Patron” Valentino Rossi fa le veci della sua squadra di motociclismo Mooney VR46 Racing Team in diverse classi del motomondiale, tra cui la MotoGP. Dopo essersi fatta conoscere come Sky Racing Team VR46 dal 2014 al 2021, stringe un accordo con il Team Avintia ed ottiene la motorizzazione Ducati da dare a disposizione del pilota Luca Marini. Dopo aver chiuso una stagione d’esordio piuttosto acerba, l’obiettivo è migliorarsi sia in classifica piloti che costruttori.

 

Pramac Racing

Il 2002 è stato l’anno di debutto per l’allora denominata Pramac Honda Racing. Per confermare gli ottimi risultati ottenuti nel 2021, il team ha presentato nella settimana di test ufficiali le moto (motorizzate Ducati) con le quali affronteranno il mondiale di MotoGP 2022. In sella nessun dubbio: Johann Zarco e Jorge Martìn vanno a formare la coppia capace di portare a casa 4 podi a testa nel corso della passata stagione.

 

Red Bull KTM Factory Racing

La classe regina delle due ruote e KTM stringono un accordo per la prima volta nel 2017 con la KTM RC16, costruita con i più alti know-how tecnici a cui era abituata già da prima la casa costruttrice austriaca. Sin da subito, l’impegno principale è stato quello di colmare il gap con le prime file ed essere competitivi su tutti i fronti. Il 2021 ha portato ottimi risultati, a partire dal record di velocità di tutti i tempi raggiunto da Brad Binder, pari a 362.4 km/h, fino alle vittorie in Catalunya di Miguel Oliveira e a Spielberg del suo compagno di squadra. Perciò, l’approccio alla stagione 2022 non può non essere dei migliori per la scuderia targata Red Bull (Official Title Sponsor).

 

Repsol Honda Team

Il Repsol Honda Team, altresì conosciuta come Honda Racing Corporation (HRC), trova la sua indipendenza societaria nel 1982 nonostante la sua fondazione risalga al 1954. Resta tutt’ora di proprietà della Honda Motor Company, capace di trattenere nel proprio team il pluricampione Marc Marquez. Dopo un 2021 sotto le aspettative per lui ed il suo compagno di squadra Pol Espargarò, nel 2022 il buon proposito è quello di migliorare il quarto posto in classifica costruttori ottenuto nella passata stagione.

 

Team Ecstar Suzuki

Dopo un 2021 che ha visto l’ottimo risultato di Joan Mir in top 3 nella classifica piloti, il Team Suzuki Ecstar si prepara per un’altra stagione esaltante. Tante novità ed aggiornamenti per la GSX-RR, moto competitiva non solo nell’estetica ma anche sotto le carene. L’obiettivo concordato per la scuderia giapponese nella stagione 2022 prevede sia la conferma dei suoi piloti (Alex Rins al fianco dello spagnolo), sia la continuità nell’ottenere il massimo dei punti in ogni gara.

 

Tech3 KTM Factory Racing

L’orgogliosa storia del team francese nella massima classe motociclistica ha inizio nel 1989. Il Tech3 KTM Factory Racing Team ha avuto un 2021 con numerose soddisfazioni grazie ai distinti posizionamenti del due volte campione del mondo Danilo Petrucci ed il talentuoso spagnolo Iker Lecuona. La collaborazione con la casa austriaca KTM nel 2022 vedrà un cambio di selle per entrambe le moto: il neo-campione del mondo in Moto2 Remy Gardner ed il secondo classificato nella medesima categoria Raul Fernandes sono chiamati al salto di qualità.

 

WithU Yamaha RNF MotoGP Team

Il debutto del team malese in MotoGP avviene nel 2019, conosciuto come Sepang Racing fino al 2021, con Franco Morbidelli e Fabio Quartararo a bordo della Yamaha YZR-M1. La stagione passata è stata caratterizzata da non poche difficoltà, ma verrà comunque ricordata come l’ultima nella classe regina per il pilota simbolo di questo sport: Valentino Rossi. Cambio radicale per il 2022 sulle vetture giapponesi con l’arrivo di Andrea Dovizioso e Darryn Binder.

 

 

 

*Sommando tutte le voci, il totale che si ottiene è 272 a fronte dei 276 citati precedentemente. Questo poiché alcuni sponsor non hanno una categoria merceologica definita e/o un sito di riferimento nella quale verificare, nonostante siano citati nelle liste sponsor ufficiali di ogni team.

**(Motorsport Broadcasting – “Live MotoGP peaks with 472,000 viewers on ITV as broadcaster enters new deal” – https://motorsportbroadcasting.com/2021/08/31/live-motogp-peaks-with-472000-viewers-on-itv-as-broadcaster-enters-new-deal/amp/)

Attilio Cesario
Attilio Cesario
Communication & Business Developer for RTR Sports Marketing. Bachelor’s degree in Communication, media & advertising from IULM University and master in Sport Business Management from 24ORE Business School. “Playing is very simple, but playing simple is the hardest thing there is.” - Johan Cruyff
Recent Posts

Leave a Comment

Let's get in touch!

Can't find what you're looking for? Send us a quick message and we'll get back to you in minutes.

cecchinello marquez lcr 110%